16gg Mongolia Grand Tour 28/8-12/9/20

Mongolia

Scarica il programma

Scarica il programma

Scarica programma Mongolia

Presentazione del viaggio

Il programma che presentiamo, rappresenta soprattutto per chi visita la Mongolia per la prima volta, un progetto di viaggio esaustivo e appagante, che raccoglie gran parte delle attrattive eccellenti e fruite nella modalità più appropriata. In anni di esperienza di viaggi itineranti in tutto il Mondo, abbiamo applicato a questa nostra nuova destinazione, una comprovata modalità di collaborazione con partner locali, che assicura una immersione ben proporzionata in queste terre ancestrali. Garantiamo l’efficienza, con una FORMULA TUTTO COMPRESO E PICCOLO GRUPPO, che funziona benissimo. La gestione del viaggio è affidata ad un team di professionisti locali assieme ad un accompagnatore della NATURAVIAGGI. Questo assetto ci permette di seguire al meglio il piccolo gruppo con attenzione e disponibilità e svolgere un ambizioso programma dove nulla è lasciato al caso e tutto scorre con naturalezza. La buona gestione è fatta di tempistiche e modalità ben calibrate, dando respiro e valore alle attrattive e al contempo garantendo lo svolgimento del programma. Quasi ogni giorno si cambia località come un vero OVERLAND, intervallando necessari trasferimenti stradali (in alcuni casi purtroppo inevitabilmente prolungati) ad escursioni, soprattutto naturalistiche, durante l'arco della giornata.
La Mongolia è un immenso territorio difficile da visitare nella sua interezza. Esiste una viabilità limitata ma sufficientemente strutturata per garantire una certa accoglienza turistica. In contrapposizione, esistono molti altri territori, tuttora disabitati e quasi privi di strutture e servizi. La bassa densità della popolazione, le stagioni climatiche estreme, l'elevato isolamento geografico, rendono l’economia mongola strettamente dipendente dalla importazione e dal valore delle proprie esportazioni. Allevamento, agricoltura e soprattutto preziosi giacimenti minerari, rappresentano le maggiori risorse di questa delicata economia. Il nostro approccio con questo Paese sarà quello di ‘esploratori rispettosi’ di un turismo itinerante e sostenibile. Il nostro obbiettivo è di offrirvi un viaggio senza alcuna preoccupazione, per lasciarvi assaporare appieno, le emozioni e l’appagamento che potremo condividere tutti assieme.

DATI UTILI SUL PAESE MONGOLIA:
Capitale: ULAANBAATAR
Popolazione: 3.081.677 (stime 2016)
Superficie: 1.564.160 km2
Fuso orario: +7 ore rispetto all’Italia, +6 durante l’ora legale.
Lingue utilizzate: Khalkha Mongol (mongolo). Diffusa è la conoscenza del russo, specialmente tra le generazioni piu’ vecchie, e in misura minore del tedesco. Diffusa, soprattuto nella capitale, la conoscenza della lingua inglese, in particolare tra i giovani. Meno tra le genrazioni più anziane.
Religioni: Buddismo, religione sciamanica.

Ambasciata:
Ambasciata d'Italia a Ulaanbaatar
ICC Tower Jamiyan Gun's Street 9, 1st Khoroo, Sukhbaatar District
ULAANBAATAR
Tel.: +97675551723 e +97675551724
Tel. di emergenza: +97694191120
Sito Internet: www.ambulaanbaatar.esteri.it
E-mail : mongolia.segreteria@esteri.it, mongolia.consolare@esteri.it

Programma di massima e quota

Partenza unica estate 2020
16gg. dal 28/8 al 12/9/2020

QUOTA DI PARTECIPAZIONE (prezzo da confermare) € 3100+tax/pers./min 6pax  

LA QUOTA COMPRENDE:

  • · nr.4 voli di linea internazionali, con scalo intermedio a Mosca, destinazione finale Ulaanbaator, in classe turistica con partenza da Milano Malpensa. Pensione completa a bordo.
    · nr.1 Guida esperta residente locale, per tutto il tour in lingua italiana .
    . nr.1 Accompagnatore della NATURAVIAGGI (minimo 8 partecipanti)
    · Autisti/Meccanici/Guide esperti e locali, per ogni veicolo per tutto il tour .
    · Trasporto in veicolo 4x4 appropriati, con max 4/5 partecipanti a veicolo.
    · Veicoli mini bus tipo: UAZ -MITSHUBISHI - HUNDAY
    · Tutti i transfert aeroporto-Hotel-aeroporto, in Ulaanbaator inizio e fine Gran Tour Mongolia.
    · Nr.2 Pernottamenti e colazioni in Hotel/gherde in Ulaanbaator (2° e 15°giorno).
    · Nr.12 Pensione completa.
    · Tutte le escursioni in veicolo 4x4 alle attrattive espressamente specificate nel programma.
    · Tutte le visite ai villaggi mongoli ed incontro con le etnie locali, come da programma
    · Assicurazione Medica & Bagagli.
    · Quota di iscrizione.
    · Emissione biglietteria aerea.
    · Pensione completa per lo STAFF (guida/autista).
    · Tasse d’entrata nei parchi e nelle zone protette.
    · Tasse d’entrata nei luoghi sacri e Musei

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • - Tasse aeree/aerop./doganali intercontinentali, stimate Euro 350-450,00/persona
  • - I pasti non compresi come da programma, costi come in Italia.
  • - Visto Mongolo 50-60 Euro/persona
  • - Eventuali escursioni a cavallo o cammello, o altro escursioni extra non contemplate nel programma.
  • - Le bevande dei mini Bar, e bibite analcoliche ed alcoliche, prezzi come in Italia.
  • - Tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”.
  • - Eventuale Assicurazione Mancata partenza (chiedere dettagli).
    - Per eventuale richiesta di camera singola intero tour, il supplemento è pari a €650,00
    - Eventuali mance alla staff

 

PROGRAMMA DI MASSIMA
1°g.V.28/8/20: Partenza dall'Italia con destinazione Ulaanbaatar, scalo tecnico a Mosca. FB a bordo
2°g. S.29/8/20: Arrivo ad Ulaanbaatar, subito 'immersione' nella grande civiltà mongola. HTL&B
3°g.D.30/8/20: Ulaanbaatar - monastero di Amarbayantsgalant . GHR/FB
4°g.L.31/8/20: Amarbayantsgalant - Parco nazionale di Uraan togoo GHR/FB
5°g.M.1/9/20: Uraan togoo - lago Khuvsgul , paradisi naturalistici. GHR/FB
6°g.Me.2/9/20: Lago Oghi - Lago Terkhiin Tsagaan nuur, scene naturali rilassanti..GHR/FB
7°g. G.3/9/20: Lago Terkhiin Tsagaan nuur, incontri ravvicinati con flora e fauna. GHR/FB
8°g.V.4/9/20: Terkhin tsagaan nuur - Kharakorin - Monastero di Shank MONASTERO/FB
9°g.S.5/9/20: Karakorin - monastero di Shank - Valle del fiume Orkhon Eremo di Tukhun GHR/FB
10°g.D.6/9/20: Monastero di Shank - Rovine del monastero di Ong GHR/FB
11°g.L.7/9/20: Rovine monastero Ong Rupi fiammeggianti.di Bayanzag - Dune di Khnogyr els GHR/FB
12°g.M.8/9/20: Dune di Khnogyr els - Falesia di Bayanzag - Tsagaan suvraga GUEST HOUSE/FB
13°g.9/9/20: Tsagaan suvraga - Ikh gasriin chuluu. GHR/FB
14°g.10/9/20: Ikh gasriin chuluu - Ulaanbaatar , rientro in Capitale. GHR/FB
15°g.11/9/20: Ulaanbaatar , ultimo giorno intero in Mongolia. HTL/GHR&B
16°g.12/9/20: Ulaanbaatar -Italia, fne del viaggio. HTL/GHR&B

PIANO AEREO DI MASSIMA
Aeroflot SU2411 28AGO Malpensa-MoscaSVO 12.10- 1650 volo di 3h 35min
Aeroflot SU330 28AGO MoscaSVO-Ulaanbaator 18.35-05.45 del 29AGO volo di 6h 10min
AeroflotSU331 12SET Ulaanbaator-MoscaSVO 07.15-08.40 volo di 6h 35min
AeroflotSU2612 12SET MoscaSVO-Malpensa 11.00-13.40 volo di 3h 45min

 

Partenze e stagionalità

La primavera Boreale, Marzo-Aprile e la fineEstate Agosto Settembre. 

Durata: 16 giorni/14 notti        

Partenza unica estate 2020: 16gg. dal 28/8 al 12/9/2020

Partecipanti: il viaggio verrà confermato con Minimo 8 partecipanti 

Clima & ambienti

IL CLIMA CHE INCONTREREMO:

Realizziamo un grande itinerario ad anello, incontrando in questa maniera diversi ambienti naturali e relativi climi. Dall’altopiani aridi a quelli lacustri, dalle depressioni desertiche alle montagne con nevai perenni, dalle pianure fertili alle colline ricolme di vegetazione autoctona. Anche in questo viaggio in Mongolia, saremo esposti ad una escursione termica piuttosto completa di tipo continentale, che per sua caratteristica non dovrebbe presentare estremità di temperature sia sopra che sotto lo zero termico. La stagione più propizia al viaggio itinerante è l’estate boreale, stagione che parte dai primi di giugno e termina ai primi di ottobre con temperature piacevoli un poco ovunque e che nel deserto del Gobi, possono raggiungere anche i +35 gradi. La sera ovunque durante il viaggio, la temperatura cala bruscamente, ma un giusto abbigliamento e le accoglienti Gher/Yurte, rendono tutto piacevole. Ecco perchè della serie “è meglio aver paura...che toccarne” è bene equipaggiarsi per quanto descritto nella lista che forniremo a tutti i partecipanti. L'ambiente è comunque suggestivo con ogni condizione meteo e le variazioni non condizioneranno eccessivamente il nostro programma, soprattutto grazie ad un affidabile e valido Mini Bus, con cui svolgeremo il programma di viaggio.

Cosa mettere nella valigia

GUIDA ALL’EQUIPAGGIAMENTO DEL TOUR MONGOLIA

Viene utilizzato un minibus/Van prettamente specializzato a questa tipologia di tour, con corretto spazio per la persona e i bagagli borsa/trolley morbido, che comunque preghiamo di mantenere al minimo d’ingombro. Il gruppo è formato da massimo 10-14 partecipanti più la Guida/Autista.

Ecco la lista che abbiamo preparato per preparare il vostro bagaglio:
IL BAGAGLIO COMPOSTO DA N°2 COLLI (NO ALLA VALIGIA RIGIDA - NO VALIGIA GRANDE):
Utilizziamo un Minibus/Van, i proprio bagaglio viene riposto nel vano posteriore al minibus/van, lo zainetto che è il bagaglio a mano, viene posto sotto la propria seduta.
- n°1 grande borsa morbida/semi morbida, anche trolly ma non rigido tutto (max 50-60 litri)
- n°1 zaino da escursionismo giornaliero, 25/35 litri. Da utilizzare tutti i giorni come bagaglio appresso
e che sarà anche durante il viaggio aereo il nostro bagaglio a mano.
Biancheria intima:
- n° mutande a scelta considerando la possibilità di lavarsi la biancheria intima durante il tour.
- n° 3-4 magliette a pelle (TIPO filo di scozia o tessuti a drenanti la sudorazione).
- n° 3 calze medio/leggere da riposo (cotone spugna).
- n° 2 calzettoni specifici per l’escursionismo

Capi alti:
- n° 2 maglia/camicia, a maniche lunghe (cotone o sintetico).
- n° 1 maglione (di pile é meglio) o piumetto leggero per la sera.
- n° 1 giacca o mantella impermeabile (per barca o eventuale improbabile pioggia)
- n° 1 berrettino leggero (lana o meglio in pile).
- n° 1 cappellino per il sole.
- n° 1 paio di guanti leggeri per il fresco serale o mattina presto (lana o pile).

Capi bassi:
- n°1 pantalone da viaggio anche leggero (comodo per trasferimenti aereo e città).
- n° 2 pantaloni adatti all’escursionismo/viaggio (comodi, elasticizzati è meglio,
- n° 1 pantaloni corti.

Calzature:
- n° 1 paio scarpe comode e leggere da viaggio/riposo ma robuste!
- n° 1 paio scarpe per l’escursionismo
- n° 1 paio di ciabattine/sandali bassi di gomma o simili (per doccia o riposo).

Pulizia personale:
- n° 1 accappatoio microfibra o telo grande (non sempre sono forniti in camera).
- n° 2 telo microfibra medio + 1 telo piccolo microfibra (non sempre sono forniti in camera).
- kit pulizia personale (spazzolino, dentifricio, sapone, shampoo, crema per le mani, ecc; ecc.).
- kit farmacia personale (cassetta del pronto soccorso farmaco
personale, ATTENZIONE: NOI GUIDE/ACCOMPAGNATORI NON ESSENDO MEDICI, NON SIAMO AUTORIZZATI ALLA SOMMINISTRAZIONE DI NESSUN TIPO DI FARMACO, NEANCHE QUELLI DETTI DA “BANCO”, perciò è bene che ognuno si organizzi privatamente con i farmaci personali.

Altro:
- n° 1 sacco a pelo primaverile per temperature +10-20° a forma di coperta, per garantirvi maggiore comfort e agio utilizzando le lenzuola e le coperte all’interno delle Yurte/Gher e la singola notte nella Foresteria del Monastero.
- n° 1 pigiama leggero (in cotone).
- n° 1-2 occhiali da sole.
- n° 1 piccola luce tascabile.
- n° 1 confezione crema solare minimo protezione 15.
- n° 1 binocolo tascabile
- n° 1 costume da bagno

OPZIONALE
- n° 1 paio di bastoncini telescopici per le escursioni a piedi per chi lo ritiene necessario.
- n°1 piccolo coltellino tipo SVIZZERO da riporre rigorosamente nel bagaglio grande e non come bagaglio a mano, attenzione NON PASSA LA DOGANA, mettere nel bagaglio che andrà in stiva dell’aereo
- borraccia (in metallo/plastica é meglio, da litri 1). FACOLTATIVO!
- macchina fotografica quasi ogni sera possibilità di ricarica batteria.
- n°1 Un piccolo thermos FACOLTATIVO!

Logistiche & alimentazione

LOGISTICA: In questa formula di viaggio itinerante gli spostamenti sono realizzati con Mini Bus/Van, quattro ruote motrici versione rinforzata, quanto di più "valido" ci si possa immaginare in questa tipologia e rappresenta la modalità più indicata per ammirare paesaggi unici e muoversi su territori poco frequentati e raggiungere luoghi impensabili. E’ un viaggio che privilegia la conoscenza, il rispetto, la fotografia e la contemplazione, ed è condotto con armonia, responsabilità e contagiosa passione. Sarete immersi in una miscela di atmosfere straordinarie che solo la Mongolia dona ancora e che un piccolo gruppo può esaltare. A fine giornata, ci rifocilliamo al comfort della Gher/Yurte e socializziamo, magari con qualche tentativo di conversazione con i locali, oppure scrutando il cielo stellato.
La giornata 'tipo' prevede: le soste per i pasti, sia in struttura che durante il tragitto, le visite come da programma, tempo libero soprattutto nelle ambientazioni antropiche e comfort e relax all'interno delle strutture ricettive. Una comprovata miscela tra attività e tempistiche, tutte volte a rendere il più esaustivo e piacevole possibile, questo magnifico viaggio. · Molte sistemazioni per il pernottamento, non offrono luce elettrica, tuttavia, molto spesso le Gher hanno candele e cerini. Spesso, la vostra Gher potrebbe essere situata lontano dalla sala da pranzo. Il pernottamento in Gher richiede un certo spirito di adattamento.

STRUTTURE RICETTIVE: Attenzione alla PULIZIA, CORTESIA e AUTENTICITA’. Durante il tour fruiremo principalmente di strutture ricettive quali:
Hotels, Si tratta di strutture adibite principalmente ad una clientela straniera e dislocati nelle città. Le camere sono arredate con mobili semplici, ma puliti.
Foresteria nel Monastero, in via del tutto eccezionale saremo ospiti in questo tour di un monastero, dove la struttura ricettiva dona atmosfere molto suggestive, ma richiede un certo spirito di adattamento per la sua essenzialità sia nell’arredo che nei servizi. Dormitorio comune e letto singolo
La maggior parte delle mezze pensioni durante il tour saranno a beneficio del sistema ricettivo delle Gher o Yurta. Si tratta di un'abitazione mobile adottata da molti popoli nomadi dell'Asia tra cui mongoli kazakiekirghisi. Queste strutture presentano stili, volumi simili e in comune hanno la caratteristica di essere residenze 'mobili'. La filosofia dell’ospitalità mongola è anch'essa analoga a tutte quelle altre etnie isolate nel Mondo, cioè grande generosità e voglia di condividere. La Yurta o Gher è a disposizione degli ospiti, solitamente 2 persone e può anche ospitare 3 max 4 persone. La Gher presenta sia letti separati che letti matrimoniali e solitamente il bagno è all'esterno in comune con gli altri ospiti dell'accampamento di Gher. Le Gher sono molto tipiche e realizzate con materiale naturali come legno e lana infeltrita per assicurare l'isolamento termico che impermeabile. La Gher è colma di atmosfera e arredata in forma semplice ma decorata, sono solitamente pulite e riscaldate ed è buona precauzione portarsi in valigia un bel sacco lenzuolo o sacco a pelo primaverile e qualche asciugamano.

LE ESCURSIONI A PIEDI: premesso che NON sussiste alcuna pretesa di natura sportiva o competitiva, le escursioni, di varia durata, sono condotte da una guida professionista che saprà calibrare il passo nella forma più opportuna e personalizzata al gruppo. Non sono previste difficoltà oggettive, salvo qualche rara eccezione, dove sarà richiesto magari un maggiore impegno fisico, per brevi tratti. In definitiva le escursioni come da programma, sono fattibili per chiunque abbia un minimo di preparazione fisica e un discreto spirito di adattamento. Statisticamente in tutti questi anni, possiamo ben affermare di non aver mai disatteso le aspettative dei nostri partecipanti.

ALIMENTAZIONE: In primo luogo, è importante sapere che in queste terre vi sono dei cibi sacri, considerati tsagaan, alimenti “bianchi”, come il latte di capra, di mucca, di yak, di cammella, lo yogurt, il latte di giumenta fermentato (airag) e i liquori di latte (archì). La cucina mongola è a base di carne e latte, elementi base della dieta nomade. Il piatto più celebre è la cosiddetta “marmitta mongola”, costituita da brodo con carne di montone, tagliolini di pasta, qualche patata, carote o legumi; a volte insaporiti con erbe aromatiche raccolte nella steppa, ma senza sale. Per i mongoli, i pasti più abbondanti sono la colazione e il pranzo, costituiti in genere da carne di montone lessa, pezzi di grasso e di interiora, tagliolini di pasta fatta in casa, formaggio o riso. Una bevanda molto amata dai nomadi è l’airag, ottenuto dal latte di giumenta fermentato, con un contenuto alcolico di 3° circa. Normalmente i mongoli sono però grandi bevitori di tè al latte, per lo più salato (süütei tsai); ma un uomo che rifiuta di bere arkhi in compagnia è visto negativamente. Molto buoni sono anche certi formaggi (un po’ meno in forma essicata, aaruul), la panna e gli yoghurt. Durante il viaggio la colazione, il pranzo e la cena vengono consumati nei campi Gher turistici in cui si pernotta, in qualche guanz (tende-trattorie, molto economiche e spartane, ma sempre molto pittoresche e genuine) lungo la strada, oppure cucinati autonomamente sul posto secondo il programma del tour. Per l’approvvigionamento di cibi, bevande e altri beni di prima necessità, cercare i delguur, negozietti in ogni villaggio. Frutta e verdura si possono trovare solo in alcuni mercati di Ulaan Baatar ma non fanno certo parte della dieta mongola, anche per le proibitive condizioni climatiche del Paese. Il pesce è molto abbondante nei corsi d’acqua, soprattutto nei laghi del nord, ma viene snobbato, in quanto non adatto a un popolo guerriero.
La Bevanda alcoliche: Presso ristoranti, similari o negozzietti, è quasi sempre possibile e i costi sono medio/alti.
Questioni alimentari riguardanti: allergie, intolleranze, scelte personali, devono essere comunicati all'atto dell'iscrizione. Questo ci permette di poter valutare assieme ed eventualmente assecondare la richiesta del richiedente,
Il mangiare oltre che essere una necessità primaria, rappresenta se svolto tutti assieme, un momento fondamentale di convivialità, piacere e aggregazione del gruppo e assume la veste di una gradita forma di rispetto nei confronti della popolazione che ci ospita.

Nota importante: Il programma, in considerazione della sua ambientazione naturalistica e della logistica complessa, può essere soggetto a dei cambiamenti in corso di svolgimento indipendenti dalla nostra volontà ma necessari per garantirne sicurezza e continuità. Tutti i dati e le misure, riportati sul programma dettagliato, sono da considerarsi effettivi e aggiornati all’edizione precedente.

Documenti & moneta

DOGANA & DOCUMENTAZIONE (liberamente tratto da http://www.viaggiaresicuri.it/country/MNG)

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi.
Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento Documenti di viaggio- documenti per viaggi all’estero di minori di questo sito.
Visto d’ingresso: Necessario, anche per soggiorni brevi di turismo. Per ottenere il visto e per eventuali ulteriori informazioni, ci si può rivolgere all’Ambasciata di Mongolia a Roma (Via Vincenzo Bellini 4 - 00198, Roma- Email: rome@mfa.gov.mn - Tel: +39-06-8540536).
Il costo del visto varia a seconda delle finalità del viaggio, del numero degli ingressi richiesti e delle tasse amministrative applicate dalla Sede emittente (per un visto turistico il costo si aggira intorno ai 60 EUR). Si raccomanda di arrivare nel Paese già dotati di visto.


Formalità valutarie: non è consentito uscire dal Paese con una somma superiore a quella dichiarata in entrata. Una legge approvata nel 2009 impone l'utilizzo della valuta locale per tutte le transazioni commerciali all'interno del Paese. Sebbene molti operatori economici siano propensi a richiedere e accettare valuta straniera, in particolare USD e EUR per le transazioni commerciali, si sconsiglia di farlo per non incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa.
Nelle principali banche, così come in alcuni alberghi, è possibile cambiare USD e EUR. Qualora si intenda utilizzare la carta bancomat, si raccomanda di verificare prima della partenza con la propria banca che la carta sia abilitata per il ritiro dei contanti in Mongolia.
Le principali carte di credito sono largamente accettate nei principali alberghi e negozi della capitale. Meno diffuso il loro utilizzo nel resto del paese e nelle piccole botteghe.

VALUTA Mongola: il TUGRYK ha corso legale in tutto il tour è accettata ovunque.
Valutazione al 20/5/20 - 1Euro = 2890 TUGRYK
Quotazione dal sito: https://www1.oanda.com/lang/it/currency/converter/

Sanità & sicurezza

SANITA': La qualità del servizio sanitario in Mongolia è bassa, specialmente fuori Ulaanbaatar ed è raro trovare, al di fuori di pochi ospedali della Capitale, personale medico-sanitario professionalmente preparato ai livelli europei e in grado di comunicare in una lingua occidentale (la maggior parte dei medici hanno una formazione russa).
Recentemente, si sono stabilite a Ulaanbaatar le cliniche private SOS-Medica (http://www.sosmedica.mn), in partnership con International SOS (compagnia leader mondiale nel campo dei servizi medici e di sicurezza ai viaggiatori) e Intermed (http://www.intermed.mn/) del gruppo United Family Helthcare. Presso tali strutture si possono trovare medici con una preparazione accettabile, alcuni in grado di comunicare in inglese. Gli ospedali della capitale richiedono quasi sempre il pagamento immediato dei propri servizi.
Sono vivamente consigliate, previo parere medico, le vaccinazioni contro epatite A e B (molto diffuse nel Paese) e le vaccinazioni antidifterica, antitetanica e antipolio, contro il colera e la peste.
Evitare assolutamente il consumo di prodotti alimentari crudi o poco cotti, soprattutto pollame ed uova. Lavarsi frequentemente le mani con sapone disinfettante in particolare se si è in contatto con animali.
Data la difficoltà di reperire medicinali di produzione occidentale, si suggerisce di partire con una scorta di farmaci adeguata alle proprie necessità.

Cellulare & Internet

TELEFONIA-INTERNET:
Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00976
Telefonia: i gestori italiani hanno accordi di “roaming” con il gestore locale Mobicom. E’ possibile comprare schede locali prepagate ricaricabili: ci sono punti vendita all’aeroporto e ad Ulaan Baatar. La copertura e’ limitata ai pochi centri urbani. Molti locali, soprattutto caffetterie, offrono il servizio di connessione wi-fi gratuito. E’ consigliabile munirsi di un apparecchio GPS o di un telefono satellitare se si viaggia nelle zone interne del Paese. Durante il viaggio le connessione Wi-Fi sono piuttosto rare fuori dai centri abitati.

FOTOGRAFIA: Assicuratevi di avere con voi un numero sufficiente di batterie e di ricambio, poiché viaggiando in zone remote del paese potreste trovare difficoltà nell’acquisto di materiale fotografico. Ricordatevi che si opera in condizioni di grande variabilità di luce, di tempo e di condizioni, si consiglia di proteggere costantemente dalla polvere le apparecchiature fotografiche e le cineprese. E’ buona cortesia e educazione chiedere sempre il permesso di scattare una fotografia quando i soggetti sono persone.
CORRENTE ELETTRICA: La corrente elettrica è 220-230 Volt. Le prese elettriche sono tripolari, ma nelle Gher la corrente scarseggia e dipende molto se sono collocate nelle vicinanze di un abitato. Si consiglia di acquistare in loco un adattatore .

DETTAGLI IMPORTANTI: · Non disturbate gli animali selvatici in nessun modo ogni eccessivo rumore puo’ interferire seriamente con momenti delicati e importanti della loro vita. non offrite cibo agli animali selvatici. li rende troppo confidenti e intraprendenti, ricordate che molti animali addomesticati come liberi, muoiono di una forma di parassitosi dovuta al troppo cibo che alcuni turisti lasciano al loro passaggio. · non abbandonate rifiuti di nessun genere. conservateli sino al primo campo. · non incentivate il degrado culturale delle popolazioni locali, favoreggiando abitudini occidentali e valori non tradizionali .

Mappa Mongolia

Mongolia Grand Tour, tutto quello che immagini

Un viaggio ben progettato, adatto a tutti - Gran Tour del Nepal - Clicca il programma dettagliato

Programma
Programma in versione stampabile

MONGOLIA GRAND TOUR, TRA TERRA E CIELO

Un viaggio magnifico, alla portata di chiunque sia curioso e alla ricerca di profonde emozioni, con alti contenuti naturalistici ed etnici facilmente fruibile grazie ad una logistica comprovata e personalizzata. Attraverseremo con MINI VAN e JEEP tratte stradali ben calibrate, di buona parte delle regioni più caratteristiche della Mongolia, visitando i più rinomati Parchi Naturali e siti Etno/Storici. Con volo dall'Italia, raggiungiamo la capitale della Mongola, UlaanBaator, da dove inizierà la nostra eccitante avventura mongola. Quasi ogni giorno cambieremo località spostandoci comodamente e traguardando spettacolari scenari al fine di raggiungere nuovi e affascinati siti dove realizzare le nostre visite. Pasteggeremo in locali e situazioni caratteristiche e pernotteremo in GHERDE, per gli ospiti stranieri, perciò piuttosto comodi con camere solo per noi da 2-3-4 posti letto, a volte anche bagni e docce, privati e arredi autentici. Sarà riservata particolare attenzione alla pulizia e una funzionalità che ci farà sentire a nostro agio in mezzo al nulla. Saremo sempre in contatto con una umanità e natura profonda che saranno gli aspetti dominanti di un viaggio particolare nel suo genere. Ci attendono scenari che superano ogni aspettativa e che riescono come pochi altri luoghi, ad offrire ancora il piacere della scoperta. La Mongolia vi sorprenderà, è il paese degli spazi metafisici, dei grandi cieli, delle invitanti colline, degli infiniti orizzonti, dei deserti che finiscono direttamente sulle catene montuose. Lo spirito di adattamento e di ingegno che caratterizza le popolazioni che vi risiedono, ci sorprenderanno, cosi come la loro accoglienza, immensa e generosa come i suoi scenari. I nostri veicoli speciali, ben robusti e condotti da Guide/Autisti/Meccanici, sono il cuore pulsante del viaggio per un trasporto dei passeggeri, bagagli e ogni accessorio per un autentico OVERLAND. Il tour sarà accompagnato da una guida italiana e dallo staff nostro super partner locale, per tutta la durante dell’itinerario. Sarete ben seguiti, per assicurarvi un viaggio memorabile!

Partenza unica estate 2020 16gg. dal 28/8 al 12/9/2020

1°g.V.28/8/20: Partenza dall'Italia con destinazione Ulaanbaatar, scalo tecnico a Mosca. FB a bordo

2°g. S.29/8/20: Arrivo ad Ulaanbaatar , subito 'immersione' nella grande civiltà mongola. HTL&B

3°g.D.30/8/20: Ulaanbaatar - monastero di Amarbayantsgalant . GHR/FB

4°g.L.31/8/20: Amarbayantsgalant - Parco nazionale di Uraan togoo GHR/FB

5°g.M.1/9/20: Uraan togoo - lago Khuvsgul GHR/FB

6°g.Me.2/9/20: Lago Oghi - Lago Terkhiin Tsagaan nuur. GHR/FB

7°g. G.3/9/20: lago Khuvsgul - lago zuun nuur GHR/FB

8°g.V.4/9/20: Terkhin tsagaan nuur - Kharakorin - Monastero di Shank MONASTERO/FB

9°g.S.5/9/20: Karakorin - monastero di Shank - Valle del fiume Orkhon Eremo di Tukhun GHR/FB

10°g.D.6/9/20: Monastero di Shank - Rovine del monastero di Ong GHR/FB

11°g.L.7/9/20: Rovine monastero Ong Rupi fiammeggianti di Bayanzag - Dune di Khnogyr els GHR/FB

12°g.M.8/9/20: Falesia di Bayanzag - Tsagaan suvraga GUEST HOUSE/FB

13°g.9/9/20: Tsagaan suvraga - Ikh gasriin chuluu GHR/FB

14°g.10/9/20: Ikh gasriin chuluu - Ulaanbaatar GHR/FB

15°g.11/9/20: Ulaanbaatar HTL/GHR&B

16°g.12/9/20: Ulaanbaatar HTL/GHR&B

 

LA QUOTA COMPRENDE
· nr.4 voli di linea internazionali, con scalo intermedio a Mosca, destinazione finale Ulaanbaator, in classe turistica con partenza da Milano Malpensa. Pensione completa a bordo. · nr.1 Guida esperta residente locale, per tutto il tour in lingua italiana . . nr.1 Accompagnatore della NATURAVIAGGI · Autisti/Meccanici/Guide esperti e locali, per ogni veicolo per tutto il tour . · Trasporto in veicolo 4x4 appropriati, con max 4/5 partecipanti a veicolo. · Veicoli mini bus tipo: UAZ -MITSHUBISHI - HUNDAY · Tutti i transfert aeroporto-Hotel-aeroporto, in Ulaanbaator inizio e fine Gran Tour Mongolia. · Nr.2 Pernottamenti e colazioni in Hotel/gherde in Ulaanbaator (2° e 15°giorno). · Nr.12 Pensione completa. · Tutte le escursioni in veicolo 4x4 alle attrattive espressamente specificate nel programma. · Tutte le visite ai villaggi mongoli ed incontro con le etnie locali, come da programma · Assicurazione Medica & Bagagli. · Quota di iscrizione. · Emissione biglietteria aerea. · Pensione completa per lo STAFF (guida/autista). · Tasse d’entrata nei parchi e nelle zone protette.

LA QUOTA NON COMPRENDE
- Tasse aeree/aerop./doganali intercontinentali, stimate Euro 350-450,00/persona - I pasti non compresi come da programma, costi come in Italia. - Visto Mongolo 50-60 Euro/persona - Eventuali escursioni a cavallo o cammello, o altro escursioni extra non contemplate nel programma. - Le bevande dei mini Bar, e bibite analcoliche ed alcoliche, prezzi come in Italia. - Tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”. - Eventuale Assicurazione Mancata partenza (chiedere dettagli). - Per eventuale richiesta di camera singola intero tour, il supplemento è pari a €650,00 - Eventuali mance alla staff
In questa formula di viaggio itinerante gli spostamenti sono realizzati con Mini Bus/Van, quattro ruote motrici versione rinforzata, quanto di più "valido" ci si possa immaginare in questa tipologia e rappresenta la modalità più indicata per ammirare paesaggi unici e muoversi su territori poco frequentati e raggiungere luoghi impensabili. E’ un viaggio che privilegia la conoscenza, il rispetto, la fotografia e la contemplazione, ed è condotto con armonia, responsabilità e contagiosa passione. Sarete immersi in una miscela di atmosfere straordinarie che solo la Mongolia dona ancora e che un piccolo gruppo può esaltare. A fine giornata, ci rifocilliamo al comfort della Gher e socializziamo, magari con qualche tentativo di conversazione con i locali, oppure scrutando il cielo stellato.

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO

1°g.V.28/8/20: Partenza dall'Italia con destinazione Ulaanbaatar, scalo tecnico a Mosca. FBa bordo Partenza dall'Italia, volo con scalo tecnico Mosca, arrivo a destinazione giorno seguente. PIANO AEREO PROVVISORIO Aeroflot SU2411 28AGO Malpensa-MoscaSVO 12.10- 1650 volo di 3h 35min Aeroflot SU330 28AGO MoscaSVO-Ulaanbaator 18.35-05.45 del 29AGO volo di 6h 10min Siamo già impazienti di iniziare questo viaggio per la Mongolia, ma la distanza è una realtà . Scalo tecnico e si riparte. Volo con scalo tecnico a Mosca. Hotel&Colazione

2°g. S.29/8/20: Arrivo ad Ulaanbaatar , subito 'immersione' nella grande civiltà mongola. HTL&B Arrivo all'aeroporto Buyanth Ukhaa di Ulaanbaatar, espletate le necessarie pratiche immigratorie, incontriamo l'assistenza del nostro partner locale e ci trasferiamo in Hotel, nella capitale. Relax e sistemazione nella camere e successivo incontro con le guide e presentazione del programma di viaggio. Successivamente iniziamo subito con la visita al complesso di Gandan, principale monastero della Mongolia, costruito più di 300 anni fa e unico tempio attivo durante il socialismo. Nel pomeriggio, ascesa alla collina di Zaisan, da dove si gode di un bellissimo panorama sulla città e delle colline circostanti. questo è il luogo dove si può capire il veloce sviluppo urbano. Chiuderà la giornata la visita al Museo di Bogd Khan: palazzo invernale del primo e ultimo signore teocratico, imperatore-lama della Mongolia. Pranzo e cena libera. Percorriamo circa 50 Km strade buone, Hotel & colazione

3°g.D.30/8/20: Ulaanbaatar - monastero di Amarbayantsgalant . GHR/FB Partenza per la città di Darkhan, situata a nord di Ulaanbaatar, raggiungibile con una comoda strada asfaltata. Il paesaggio che si presenterà appena fuori dalla capitale sarà tra i più belli che ricorderete, morbide verdeggianti colline, solcate dai pascoli e puntellate qua e là dalle abitazioni dei nomadi. Poco prima di entrare in città si devia verso ovest arrivando al monastero di Amarbayasgalant, il cui nome significa, il luogo della tranquilla felicità. Questo uno dei più belli e importanti della Mongolia, sia perchè ospitava le spoglie mortali della prima guida spirituale, sia per la sua peculiare architettura di stile mancese. Nel pomeriggio visita del monastero costruito nel 1737 e dedicato a Zanabazar, il primo imperatore-lama, scienziato e grande scultore, la cui salma venne traslata qui nel 1779. Si raggiunge il campo Gher nel pomeriggio, per un meritato relax, cena e pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/pista 400 km (360 km asfaltati) . Pensione completa campo Gher

4°g.L.31/8/20: Amarbayantsgalant - Parco nazionale di Uraan togoo GHR/FB Si prosegue verso ovest transitando da Erdenet, la seconda città della Mongolia famosa per le miniere di rame sfruttate sin dai tempi del socialismo, e dopo aver superato Bulgan, capoluogo dell'omonima regione , ci si ferma a Khutag Undur nelle vicinanze del parco di Uraantogoo, famoso per i suoi vulcani spenti. Con una breve e semplice, ma un po' ripida passeggiata, si raggiungerà la caldera del più grande vulcano dell'area, tutta la zona è ricchissima di fiori. La vista spazia a 360° per scene tipiche di queste lande verdi, che un tempo erano ricoperte da immense distse di lava nera. Si raggiunge il campo Gher nel pomeriggio, per un meritato relax, cena e pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/pista 250 km (200 km asfaltati). Pensione completa campo Gher

5°g.M.1/9/20: Uraan togoo - lago Khuvsgul GHR/FB Dopo la prima colazione partenza per l’ovest, in direzione Karakorum attraversando paesaggi straordinari che rappresentano oltre due millenni di evoluzione e simbiosi tra le civiltà nomadi, le società dedite alla pastorizia ed i loro centri amministrativi e religiosi. Arrivo sulle sponde del lago Oghi Nuur, un formidabile osservatorio privilegiato per il birdwatching. Realizziamo diverse piccole escursioni per deliziarci di questa invitante ambientazione naturale e riuscire a cogliere qualche specie di avifauna a noi sconosciuta. Si raggiunge il campo Gher nel pomeriggio, per un meritato relax, socializzazione, cena e pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/Pista 220 km. Pensione completa campo Gher

6°g.Me.2/9/20: Lago Oghi - Lago Terkhiin Tsagaan nuur. GHR/FB Oggi ci si trasferisce verso il lago di Terkhiin Tsagaan, che si trova al centro di una zona vulcanica, questo lago è circondato da crateri di vulcani spenti, il più giovane’ dei quali è il Khorgo. La strada si dipana tra monti e vallate, con un passo a 3000 metri. L'area si trova all'interno della catena montuosa dei Khangai, qui dominano gli yak addomesticati e si potranno assaggiare gli ottimi prodotti caseari derivati dal ricco latte di questi bovidi. Realizziamo molteplici le soste sia per motivi paesaggistici che culturali e intervalliamo diverse piccole passeggiate. Si raggiunge il campo Gher nel pomeriggio, per un meritato relax, socializzazione, cena e pernottamento. Sarà la confortante presenza di una scena di campagna a noi più familiare, sarà il buon cibo, sarà la gentilezza dei locali, sarà quel che sarà, ma ci sentiamo a nostro agio qui in Mongolia in mezzo al nulla. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. e medi. Strada/Pista 250 km . Pensione completa campo Gher

7°g. G.3/9/20: lago Khuvsgul - lago zuun nuur GHR/FB Quest'oggi la mobilità stradale sarà praticamente nulla , perchè dall'accampamento si salirà direttamente per via di una bella escursione, sul bel vulcano di Khorgo con una facile ascesa di 700 metri di dislivello, su comodi scalini. Dalla sommità si potrà ammirare la grande caldera di questo gigante addormentato e raggiungeremo a piedi i luoghi di maggior interesse. Qui sopra e nei dintorni, complice la quota e all'interno del vulcano la proiezione geomorfologica, la flora ci accoglie con preziosi endemismi e piacevoli scoperte. Nel pomeriggio dopo varie passeggiate si rientra al campo Gher, per un meritato relax, socializzazione con altri turisti e i locali, cena e pernottamento. La notte è scesa rapidamente, il buoi è intenso in breve tempo il cielo si è ....acceso. Passeggiate per complessive 3-4h con dislivelli max 800mt. Pensione completa campo Gher

8°g.V.4/9/20: Terkhin tsagaan nuur - Kharakorin - Monastero di Shank MONASTERO/FB Al mattino si parte presto arrivando a Kharkhorin, l’antica capitale dell’Impero Mongolo di Gengis Khan, dove sono rimaste 2 delle 4 tartarughe di pietra che originariamente segnavano i confini della città. Visita al monastero-museo di Erdene Zuu, costruito sui ruderi di Kharkhorin. Dopo la visita dell’antica capitale si raggiunge il monastero di Shank, situato a 30 km, dove saremo graditi ospiti. Shank è un piccolo e antico monastero che un tempo custodiva la bandiera di Gengis Khan; si trascorre con i monaci parte della giornata e si pernotta nella nuova foresteria adiacente. La sistemazione sarà un po' spartana, in camerate, con i gabinetti esterni molto rustici, ma questa è una valida occasione per dare un contributo concreto a questa piccola comunità monastica e di vedere da vicino la vita dei monaci e i tesori di questo luogo sacro. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo l'accampamento Gher per la cena e il pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada 400km (asfaltati). Pensione completa campo Gher

9°g.S.5/9/20: Karakorin - monastero di Shank - Valle del fiume Orkhon Eremo di Tukhun GHR/FB Dopo aver visto l'inizo della preghiera quotidiana, si parte per la valle del fiume Orkhon patrimonio naturale dell'Unesco, per raggiungere le pendici occidentali della catena dei Khangai, qui i mezzi si fermeranno e si salirà per raggiungere l'eremo di Tuvkhun. Situato in una zona di grande rilevanza storica, creata dalla combinazione di terremoti ed eruzioni vulcaniche. Il monastero di Tuvkhun, recentemente restaurato, si trova incastonato sulle montagne che chiudono a settentrione la Valle dell’Orkhon. Il paesaggio che si gode dal monastero fa capire perché questo eremo fosse molto amato dalla figura mistica più importante della storia mongola, Bogd Khan Zanabazar, che qui visse e studiò per quasi trent’anni. La visita richiede una facile salita a piedi di circa un’ora in mezzo nella foresta. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo l'accampamento Gher per la cena e il pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/Pista 100 km. Pensione completa Monastero

10°g.D.6/9/20: Monastero di Shank - Rovine del monastero di Ong GHR/FB Dopo aver assistito alla cerimonia sacra del monastero, unica nel suo genere, si parte in direzione del monastero di Ong, recentemente restaurato, posizionato sulle due rive dell' omonimo fiume, unico corso d'acqua ad entrare nel Gobi. Un tempo, prima del socialismo, era un ricchissimo centro culturale e comerciale carovaniero. A metà del viaggio si vedrà il cambiamento radicale, tra la steppa e il deserto del Gobi che occupa buona parte del territorio di questo immenso paese. Realizziamo molteplici le soste sia per motivi paesaggistici che culturali e intervalliamo diverse piccole passeggiate. Si raggiunge il campo Gher nel pomeriggio, per un meritato relax, socializzazione, cena e pernottamento. Attorno a noi un grande vuoto, che non ci spaventa, anzi ci rassicura, come una madre protettrice. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/Pista 260 km. Pensione completa campo Gher

11°g.L.7/9/20: Rovine monastero Ong Rupi fiammeggianti.di Bayanzag - Dune di Khnogyr els GHR/FB Proseguendo per il deserto di Gobi si transita per Bayanzag – che tradotto dal mongolo, significa “Vette infuocate”. Questo è il luogo, dove la spedizione americana di Roy andrews Chapman nel 1924 ha fatto le più grandi scoperte paleontologiche dell'epoca, trovando un’impressionante quantità di reperti tra cui uova e scheletri interi di dinosauri appartenenti a molte specie sconosciute fino ad allora e non presenti ne in Asia ne negli altri continenti.Oggi si giunge al Parco Nazionale di Khongoryn Els, dove si fa un’escursione alle dune di sabbia più alte e spettacolari della Mongolia, alcune delle quali arrivano fino a 800 metri di altezza. La zona è riccha di capre selvatiche e di gazzelle, la lunga striscia di sabbia che corre per un 100 di km e costeggiata da ricchi pascoli e il territorio montagnoso chiude ai due lati queste dune chiamate cantanti. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo l'accampamento Gher per la cena e il pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/Pista 320 km. Pensione completa campo Gher

12°g.M.8/9/20: Falesia di Bayanzag - Tsagaan suvraga GUEST HOUSE/FB Oggi il viaggio cambia direzione di marcia, se ci si era spinti sino a ieri verso Sud, oggi inizierà la salità verso Nord, entrando nel Gobi centrale. Il paesaggio di questo tratto è caratterizzato da una profonda fenditura nel terreno da est verso ovest, con la steppa sul fondo della vallata. Arrivando a Tsagaan Suvraga, che tradotto significa, lo stupa bianco, ci si inbatte in incredibili formazioni calcaree, alte anche 30 m, con striature multicolore tendenti al rosso, giallo e al vermiglio che assomigliano ad antiche rovine di una città, secondo le credenze locali. Si arriverà con la macchina sulla cima è con una semplicissima passeggiata, si scenderà per godere al meglio di questa meraviglia della natura. Nel pomeriggio dopo varie passeggiate si rientra al campo Gher, per un meritato relax, socializzazione con altri turisti e i locali, cena e pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada/pista 380 km (200 km asfaltati). Pensione completa campo Gher

13°g.9/9/20: Tsagaan suvraga - Ikh gasriin chuluu GHR/FB Partenza verso nord in direzione della capitale; la meta di oggi è Ikh Gazryn Chuluu, uno dei parchi naturali più belli della Mongolia. Il nome significa, il luogo delle grandi roccie, dove i complessi granitici alti anche1700 metri formano una catena lunga una trentina di chilometri e nascondono interessanti grotte che si potranno visitare e disegnano, grazie all'erosione del vento forme a pinnacoli. Siamo immersi in un mondo sconosciuto, perchè ad ogni spostamento anche di poche centinaia di metri, la scena paesaggistica cambia e nuovoi 'castelli' di roccia sorgono come fossero gli ultimi baluardi difensivi di un deserto destinato a perdere la sua inespugnabilità. Il clima stà cambiando in tutto il Mondo e anche qui alcune aree desertiche si vedono sconfiggere dall'avanzare della tropicalizzazione. Raggiungismo nel pomeriggio l'accampamento Gher, per un meritato riposo, cena e pernottamento. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada 180 km (asfaltati). Pensione completa campo Gher

14°g.10/9/20: Ikh gasriin chuluu - Ulaanbaatar GHR/FB Ultimo giorno nel deserto, che cambierà in steppa andando verso la capitale, buona parte del percorso, sarà su una delle poche strade asfaltate. A seconda dell'orario di arrivo ad Ulaanbaatar nel pomeriggio si potrà assistere ad uno degli spettacoli artistici più belli della Mongolia, questo non è uno "spettacolo turisto", ma un insieme, di alta qualità delle arti canore, danzanti e musicali della steppa. In base a vari fattori contingenti realizziamo qualche sosta prima di giungere in capitale, che ci sembrerà quasi invasiva, chiassosa, caotica. Dopo tanto bel silenzio e pace, dopa tanta natura sparsa dolcemente per lande infinite, dopo incontri ravvicinati con etnie cosi profonde e semplici, tutto l'artificio di una città ci scuote. Raggiungiamo il nostra ultimo campo Gher e ci prepariamo per visitare la città. Cena libera. Passeggiate per complessive 2-3h con dislivelli contenuti. Strada 260km (asfaltati). Pensione completa campo Gher

15°g.11/9/20: Ulaanbaatar HTL/GHR&B Alla mattina visita al Museo-Monastero di Choijin Lama, uno dei pochi monasteri rimasti intatti che conserva le maschere originali utilizzate nelle danze rituali e splendide sculture di Zanabazar. Si avrà del tempo a disposizione per gli acquisti; se interessati ci si potrà recare al mercato locale di Naraan Tuul. Ultimo giorno pieno in Mongolia, coglieremo l'occasione nel pomeriggio libero, di visitare ciò che magari ci ha incuriosito maggiormente e che desideriamo approfondire. Storia, cultura, folclore o più semplicemente vagabondare per la città antica di una grande città lancita nel futuro , forte di una storia articolata e un passato potente. Ultima cena mongola tutti assieme, campo Gher, pernottamento. contenuti. Strada/pista 50 km (asfaltati). Pensione completa campo Gher

16°g.12/9/20: Ulaanbaatar HTL/GHR&B Trasferimento all'aeroporto internazionale e Volo di rientro in giornata in Italia AeroflotSU331 12SET Ulaanbaator-MoscaSVO 07.15-08.40 volo di 6h 35min AeroflotSU2612 12SET MoscaSVO-Malpensa 11.00-13.40 volo di 3h 45min Finisce questa nostra bella avventura nella infinita terra mongola. Restano in noi certe scene che magari resteranno uniche, come no. Niente si può prevedere, ma molto si può progettare e sognare. Garzie a tutti i partecipanti che hanno reso possibile questa bella esperienza di vita. Tempo volo durata effetiva 6.30 circa, con 1 scalo tecnico a Mosca.

 

PERCHE' CON NATURAVIAGGI

Il programma che presentiamo, rappresenta soprattutto per chi visita la Mongolia per la prima volta, un progetto di viaggio esaustivo e appagante, che raccoglie gran parte delle attrattive eccellenti e fruite nella modalità più appropriata. In anni di esperienza, abbiamo raggiunto una invidiabile formula di collaborazione con partner locali, che assicura una immersione piacevole in queste terre ancestrali. Garantiamo una straordinaria efficienza, con una FORMULA TUTTO COMPRESO E PICCOLO GRUPPO, che funziona benissimo. La gestione del viaggio è affidata ad un team di professionisti locali assieme ad un accompagnatore della NATURAVIAGGI. Questo assetto ci permette di seguire al meglio il piccolo gruppo con attenzione e disponibilità e svolgere un ambizioso programma dove nulla è lasciato al caso e tutto scorre con naturalezza. La buona gestione è fatta di tempistiche e modalità ben calibrate, dando respiro e valore alle attrattive e al contempo garantendo lo svolgimento del programma. Il giusto equilibrio esiste e noi lo abbiamo raggiunto.

Mongolia, Grand Tour ultima modifica: 2020-02-03T10:00:36+00:00 da admin