Trekking in Perù

Viaggio trekking in Perù organizzato in collaborazione con le guide di Trekkialandia.

Scarica il programma

Scarica il programma

Iscrizione viaggio patagonia

Presentazione del viaggio

Perù

Il Perù, un paese affascinante con una natura grandiosa e una cultura ancor oggi con degli
aspetti avvolti nel mistero. La città imperiale del Cuzco con il suo intrigante mix tra l’antica
architettura precolombiana e l’arte coloniale introdotta dagli spagnoli; la misticità della Valle Sacra
degli Inca, lungo la quale si snoda il corso del fiume Urubamba e tra le cui anse si nasconde la città
tra le nubi: Machu Picchu. E poi il fascino del lago Titicaca, culla della mitologia incaica e lago
navigabile più alto al mondo, tra le cui azzurre acque oggigiorno si preservano tradizioni e stili di vita
delle etnie Quechua e Aymara pressoché scomparse nelle altre regioni di Perù e Bolivia.
Per i grandi appassionati di trekking non può mancare ovviamente un classico, sebbene poco
conosciuto, circuito sulle Ande del Perù settentrionale, il Circuito Cedros-Alpamayo. La meraviglia
della Cordillera Blanca con le sue vette oltre i 6000m, i ghiacciai pensili, le lagune turchesi ed i
chilometri di sentieri non ancora invasi dal turismo di massa ci faranno vivere una settimana di pura
immersione nella natura poderosa ed incontaminata del Parco Nazionale Huascarán.

La catena montuosa andina è la più lunga al mondo, con i suoi 7000 km attraversa tutto il
continente sudamericano e in Perù raggiunge quote e morfologie impensabili e trekking tra i più
appaganti al mondo. Cercheremo in un paio di settimane di coglierne le diverse sfumature, dalla
regione di Ancash situata a nord con le sue indelebili cime innevate, agli altipiani del sud che
nascondono gemme preziose quali il lago Titicaca con le sue isole avvolte nel mistero della cultura
Aymara, per infine terminare con la città imperiale del Cuzco, la sua Valle Sacra e le rovine più
misteriose e leggendarie del continente, Machu Picchu.
Si tratta di un viaggio veramente unico, un tuffo nel passato dell'uomo e una dimensione in grado
di rinnovare il fisico e la mente come poche altre esperienze.
Quando abbiamo realizzato il programma, lo abbiamo studiato per chi apprezza la
condivisione delle emozioni, per chi cerca un programma esaustivo che raccolga la quasi totalità
delle attrattive del paese e nel rispetto delle culture millenarie delle popolazioni che abitano i luoghi
che visiteremo. Per questo abbiamo deciso di collaborare assieme all’ONG Mato Grosso durante la
nostra settimana nella Cordillera Blanca affinché il nostro viaggio porti anche speranza e supporto
ai villaggi che toccheremo durante il trekking, in un’area, quella di Huaraz, molto meno invasa dal
turismo che il resto del paese.
Dal 1988 la NATURAVIAGGI, mette a disposizione del mercato italiano, questa formula di
viaggio itinerante, completo ma soprattutto adatta ad una vasta utenza; la cura dei dettagli,
l’attenzione al partecipante, il passo giusto durante il trekking e l’incredibile STAFF locale,
regaleranno a questo viaggio emozioni e sensazioni DA TOGLIERE IL FIATO!

Perù

Gran Tour Perù

Leggi il programma dettagliato

Programma
Programma

1° GIORNO: LIMA - CUZCO 

Volo + Transfer in Albergo

Dopo l’arrivo all'aeroporto internazionale di Lima ci aspetterà un breve scalo prima del volo nazionale verso la città imperiale del Cuzco. Qui ci sarò io ad accogliervi e a darvi il benvenuto, trasferimento in hotel e relax. Nel pomeriggio avremo modo di familiarizzare con le strette stradine acciottolate, le piazze con le cattedrali coloniali ed i colorati mercati, nonché con l’altitudine che ci aspetterà durante le successive due settimane di viaggio.

 

2° GIORNO: FESTA DELL'INTI RAYMI E VISITA DI CUZCO 

Giornata intera dedicata alla scoperta a piedi della città di Cuzco, visita che verrà effettua in particolare durante l’evento dell’Inti Raymi ovvero la celebrazione del solstizio d’inverno. Inizieremo riunendoci attorno alla Plaza de Armas di buonora per prendere posizione ed ammirate la colorata e animata sfilata che apre la festa dell’anno. Dopodiché in tarda mattinata ci sposteremo verso il centro per visitare la Cattedrale e la Chiesa dei Gesuiti, nonché l’antico tempio del Qorikancha trasformato successivamente dagli spagnoli in un convento, per terminare infine la nostra giornata nella fortezza di Sachsayhuman dalla quale godremo di una bellissima vista dell’intera città.

3° GIORNO: ALLA SCOPERTA DELLA VALLE SACRA 

Partiamo la mattina presto diretti alla Valle Sacra degli Inca, superiamo le colline che circondano Cuzco per scendere verso il fiume Urubamba e raggiugere Pisaq, la nostra prima fermata. Il villaggio attuale è famoso soprattutto per il mercato locale e per il magnifico albero pisanay che colora la piazza principale; mentre le rovine si trovano sul fianco della collina che domina la valle sacra.

Scesi in paese per il pranzo proseguiremo lungo l’Urubamba passando la cittadina omonima per una breve sosta e proseguendo verso la nostra destinazione, Ollantaytambo, dove pernotteremo in attesa di prendere il treno il giorno successivo verso il sito archeologico di Machu Picchu.

4° GIORNO: LA CITTA' PERDUTA DEGLI INCA 

Saliamo sul treno che viaggiando lungo il fiume ci condurrà ai piedi della montagna dove si nascondono le rovine della più conosciuta città degli Incas. Dalla giungla saliremo in bus verso l’entrata del sito archeologico, dove inizieremo immediatamente il nostro trekking verso la montagna Machu Picchu (in quechua montagna antica); l’ascesa sarà resa difficile dal caldo opprimente, tuttavia lo sforzo sarà ripagato dalla bellissima vista della cittadella nascosta tra le anse dell’Urubamba. Pranzo a sacco sulla cima e poi discesa verso le rovine principali dove dedicheremo un paio d’ore di visita guidata alla città, prima di scendere a piedi/bus verso Aguas Calientes e rientrare nuovamente in treno ad Ollantaytambo.

5° GIORNO: L'INCREDIBILE AGRICOLTURA INCAICA, MORAY E MARAS 

Oggi rientreremo tranquillamente in furgoncino verso Cuzco completando il giro della Valle Sacra e visitando il sito archeologico di Moray, particolare per i suoi terrazzamenti circolari concentrici, e le saline di Maras; senza tralasciare ad inizio mattinata la visita della cittadella di Ollantaytambo con le sue imponenti mura ciclopiche ed i bellissimi terrazzamenti

 

6° GIORNO: CIRCUITO AUSANGATE, CHILLCA - Q'HINQU ALTO 

4km - Dislivello: +200m - Ore di cammino: 1-1,5

Lasceremo Cuzco la mattina presto per dirigerci verso sud-est raggiungendo il villaggio di Pitumarca e proseguendo poi verso l’interno della valle fino a raggiungere il villaggio di Q’hinqu, punto di partenza del nostro trekking. Qui pranzeremo prima di partire per un breve trekking di un paio d’ore risalendo la valle al passo giusto per acclimatarci. Arrivo al campeggio dove potremo rilassarci, scattare qualche foto alle greggi di alpaca e lama e cenare.

 

7° GIORNO: CIRCUITO AUSANGATE, Q'HINQU - ALCATAURI 

9km - Dislivello: +300/-500m - Ore di cammino: 5-6

Un paio d’ore di salita lungo una valle dalla scarsa vegetazione ma molto scenica da cui si apprezzano le colorazioni di arenaria rossastra fintanto che si raggiunge il Passo Vinicunca (4960m slmm) noto anche con il nome di Cerro Arcoiris ovvero montagna arcobaleno per le strisce multicolore che ne adornano le pendici settentrionali. Avremo modo di goderci del paesaggio singolare in completa solitudine prima che le orde di turisti raggiungano il luogo. Da questo punto, rimanendo quasi praticamente in quota, raggiungeremo il passo di Surine (4970m slmm) e scenderemo nella successiva vallata fino a raggiungere il nostro secondo campo base situato nei pressi del villaggio di Alcatauri a (4710m slmm)

 

8° GIORNO: CIRCUITO AUSANGATE, ALCATAURI - AUSANGATECOCHA 

8km - Dislivello: +300/-150m, +150/-250m - Ore di cammino: 5-6

Durante il nostro terzo giorno iniziamo ad avvicinarci all’imponente mole dell’Ausangate situato verso nord. Colazione, pronti e via per un’atra ascensione verso il passo Warmicasa (4980m slmm) dal quale potremmo ammirare in tutto il loro splendore le tonalità di azzurro delle lagune Pukacocha e Jatuncocha situate nel versante sudoccidentale del massiccio. Dal passo proseguiremo, perdendo un po’ di quota, verso est scavalcando successivamente un’altra sella e scendendo verso il terzo campeggio adagiato ai piedi della laguna Ausangatecocha, alla base del passo che ci aspetta all’indomani.

 

9° GIORNO: CIRCUITO AUSANGATE, AUSANGATECOCHA - JAMPA 

12km - Dislivello: +400/-600m - Ore di cammino: 7-8

Passata la notte ci prepariamo a salire il passo del Palomani (5070m slmm) dalla cui cima potremo apprezzare la mole dell’Ausangate e degli altri picchi innevati che lo circondano; scenderemo poi lungo la valle la Pampa Jatumpata per iniziare a risalire lentamente il torrente lungo il quale potremo osservare piccoli gruppi di vigogne pascolare lungo i pendii delle montagne. Il quarto campeggio Jampa è situato a 4650m slmm.

 

10° GIORNO: CIRCUITO AUSANGATE, JAMPA - PACCHANTA 

16km - Dislivello: +350/-700m - Ore di cammino: 6-7

Ultimo passo del nostro circuito, il Qampa pass (4980m slmm) e poi una lunga discesa verso il villaggio di Pacchanta presso il quale troveremo ad accoglierci gli abitanti locali e delle rilassanti pozze termali. Manca poco per tornare alla civiltà!!

 

11° GIORNO: CIRCUITO AUSANGATE, PACCHANTA - TINKI - PUNO 

5km - Dislivello: +350/-700m - Ore di cammino: 2

Ci si lascia alle spalle la mole dell’Ausangate e si avanza in direzione nord lungo una strada sterrata fino a raggiungere il villaggio di Tinqui, per molti punto di partenza del trekking appena concluso. Qui potremo rifocillarci e ci sarà ad attenderci il nostro furgoncino che in circa 6 ore ci porterà sulle sponde del lago Titicaca.

 

12° GIORNO: NAVIGANDO SUL LAGO PIU' ALTO AL MONDO 

Il lago Titicaca è il bacino d’acqua dolce più grande del Sudamerica ed è senza ombra di dubbio il più alto lago navigabile al mondo, situato ad un’altitudine media di 3820m slmm. Le isole galleggianti degli Uros costruite con la totora, sono un esempio di una cultura sviluppatasi a seguito dell’invasione incaica; scopriremo assieme a loro come vivevano un tempo e come tutt’oggi chi decide di rimanere, possa combinare la vita quotidiana con il turismo responsabile. Analogamente nell’isola di Taquile, di etnia quechua, potremo apprezzare l’arte tessile e visitare il bellissimo mercato nel centro del paese abbarbicato sulla cima dell’isola. Dopo pranzo scenderemo le scalinate che ci porteranno nuovamente in riva al lago ed inizieremo il viaggio di ritorno verso la terraferma tra i bellissimi canali punteggiati di imbarcazioni di totora mentre il tramonto scendere sereno sul Titicaca.

 

13° GIORNO: SULLA STRADA DEL RITORNO, VISITA DI SALLUSTIANI - CUZCO 

Il viaggio ormai sta volgendo al termine, tuttavia ci rimane ancora un’ultima escursione che faremo nella costa nord-occidentale del lago. Sallustiani è un sito archeologico della cultura Kolla sviluppatasi tra il XIII e il XV secolo, dove potremo apprezzare le famose chullpas, ovvero tombe di forma cilindrica nelle quali venivano sepolte le persone di più alto rango della società.

La cosa interessante è che anche gli Incas, quando invasero la zona, continuarono questa antica tradizione funeraria e sarà interessante osservare e capire la differenza tra le due tipologie di chullpas. Terminata la visita al sito archeologico, il nostro furgoncino ci porterà verso la città di Cuzco dove passeremo l’ultima notte prima di iniziare il lungo viaggio di rientro verso l’Italia.

 
 
 
 
 
 

14° GIORNO: CUZCO - LIMA - ITALIA 

Giornata dedicata al viaggio di rientro in patria; a seconda delle prenotazioni dei vostri voli avrete modo di passare un’ultima mattinata a Cuzco prima di essere trasferiti all’aeroporto per il volo nazionale verso Lima. Scalo nella capitale per il volo che vi condurrà verso l’Europa e l’Italia.

Naturaviaggi Americhe Perù ultima modifica: 2018-05-31T15:47:56+00:00 da admin