FB IMG 1553675529451 01 Una piccola comunit primitiva in un mondo moderno

Una piccola comunità primitiva in un mondo moderno.

15 Febbraio 2021
Viaggi e offerte

Incontrare una ragazza Himba nei pressi di  un supermercato di Opuwo non è un avvenimento raro. Essa è vestita solamente di un gonnellino di pelle di capra, è di una bellezza scultorea, alta, elegante e disinibita, indossa monili di grosse dimensioni, di cuoio, ferro e rame, arricchiti con frammenti di osso. Indossa già la collana più preziosa, completata dalla grossa conchiglia che le cade tra i seni, simbolo di fertilità. E’ il dono che la madre le ha fatto dopo aver messo alla luce il primo figlio. La sua acconciatura è un vero capolavoro. Porta un diadema realizzato in pelle di antilope, quindi è già sposata.  Come tutte le donne Himba, ha il corpo, i capelli e i gioielli completamente spalmati di otjize, una miscela di burro, ocra e resine profumate che conferisce a tutto il corpo  un colore rossastro rendendola simile ad una  statua di terracotta. Questa mistura, oltre a donare un bell’aspetto, la protegge dal clima caldo e secco del deserto e dagli insetti. Cospargersi di questa mistura è una questione piuttosto impegnativa, la applica 2 o 3 volte al giorno, aggiungendo dei veri e propri bagni di ‘fumo’ profumato e antibatterico proveniente da un piccolo fuoco che brucia erbe aromatiche all’interno della sua  capanna.  Questo è il suo metodo per tenersi profumata e pulita, non potendo usare l’acqua. In una regione così arida l’acqua è considerata sacra dalla tribù degli Himba e solo agli uomini sposati è consentito utilizzarla per lavarsi, ma solo in occasione di speciali cerimonie religiose. La seguo con lo sguardo e la vedo mentre si avvicina al bankomat per ritirare del contante. Entra nel supermercato e ne esce dopo un po’ con alcune borse di prodotti alimentari di prima necessità: farina, olio, riso.  Poi fa una chiamata con il cellulare e le si avvicina una vecchia jeep guidata da un uomo della stessa comunità sulla quale lei sale e assieme si allontanano verso il deserto infinito. Arriverà al suo villaggio attraverso una pista sconnessa e piena di polvere, dove dimenticherà tutte le comodità della città e ritornerà a condurre la vita ancestrale di sempre, occupandosi del piccolo figlioletto e della preparazione dei pasti accucciata a terra davanti ad una piccola capanna fatta di rami di mopane e sterco e fango,  in un scelta quotidiana consapevole.

Potrebbe interessarti anche   Le Alpi Apuane, uno spettacolo della natura

Nel nostro viaggio in Namibia vi porteremo qui, a conoscere questa ragazza,  il suo villaggio e le tradizioni del  popolo degli Himba.