Viaggio in Islanda 13 giorni | Naturaviaggi

Viaggio in Islanda completo di tredici giorni per esplorare in maniera totale ed approfondita questo intero paese

Scarica il programma

Scarica il programma

Scarica programma Islanda 13 giorni

Presentazione del viaggio

 

ISLANDA TERRA DI GENESI, 13 GIORNI CON GEOLOGO/GUIDA/CUOCO ITALIANA + GUIDA/AUTISTA LOCALE - IL MASSIMO !

STUPEFACENTE NATURA E TUTTA L’ESPERIENZA IN UN PROGRAMMA PERFETTO PERCHE’ APPROFONDISCE LE ECCELLENZE CHE RENDONO QUESTE LANDE COSI RINOMATE.

L'Islanda rappresenta un preciso punto di riferimento per chiunque desideri realizzare un'esperienza veramente unica: lande infinite, spoglie, frastagliate o piatte, colorate o scurissime, ghiaccio e fuoco, colori tenui e vivaci, corsi d'acqua purissima o impressionanti cascate, geyser cristallini e fanghi bollenti, cieli bassissimi trafitti dagli arcobaleni, tramonti e albe di fuoco, vulcani maestosi immersi in mari di lava fredda. La formula che proponiamo, ampiamente comprovata, è frutto di quasi 30 anni di viaggi prettamente itineranti mirati a cogliere quanto di più bello offrono queste magnifiche lande. Un territorio che si stà rivelando formidabile per favorire l’esercizio dell’escursione sotto forma di puro piacere e gratificazione. Gli spostamenti sono realizzati con un Grandissimo Fuori Strada, quanto di più "valido" ci si possa immaginare in questa tipologia di veicolo, e rappresenta la modalità più indicata per ammirare paesaggi unici e muoversi su territori poco frequentati e raggiungere luoghi impensabili. La giornata è intervallata dalle soste per i pasti e lo svolgimento di un ben calibrato programma di visite ed escursioni di varia durata, il tutto sempre con l’ausilio del Geologo/Guida/Cuoco italiana e dell’eccellente Autista/Meccanico islandese. Parchi naturali, sentieri tematici, siti storici, cittadine e piccoli insediamenti, una miscela esclusiva di emozioni che l'Islanda ogni volta ci assicura. A fine giornata, ci rifocilliamo e socializziamo, magari con bagni caldi, scrutando il cielo alla caccia delle Aurore Boreali e ripensando mappa alla mano, alle meraviglie viste durante la lunga giornata.

Il programma che proponiamo, rappresenta per chi visita l'Islanda per la prima volta soprattutto, un tour esaustivo che raccoglie la quasi totalità delle attrattive islandesi. In 30 anni di esperienza con la medesima formula, abbiamo raffinato ogni particolare per raggiungere una completa soddisfazione da parte dei nostri ospiti. Il nostro partner locale, autista/meccanico e guida, dispone di uno dei veicoli con carrello più adatti per l'Islanda, un FORD ECOLINE BIG FOOT 15 posti 4x4 + CARRELLO GIGANTE! Come potrete ammirare sulle foto pubblicate è il massimo che possiamo offrire per la sua affidabilità e comfort: Questo mezzo può ospitare agevolmente 13 passeggeri + 2 componenti dello staff + lo spazio per tutto il materiale e bagaglio al seguito.

Programma di massima e quota

IL PROGRAMMA CHE PROPONIAMO, rappresenta per chi visita l'Islanda per la prima volta soprattutto, un tour esaustivo che raccoglie la quasi totalità delle attrattive islandesi. Dal 1989 con la medesima formula, abbiamo raffinato ogni particolare per raggiungere una completa soddisfazione da parte dei nostri ospiti. 

DAL 1989 PRODUCIAMO VIAGGI ITINERANTI NATURALISTICI IN ISLANDA

SIAMO STATI I PRIMI E RESTIAMO I LEADER PERQUALITA’/PREZZO: € 3450,00

PROGRAMMA DI MASSIMA:

1°gg.S.10/8/19: Malpensa-Keflavik volo , trasporto con taxi aeroporto-Hotel. Hostel area aeroporto

2°gg.D.11/8/19:Reykjavik, Borganes, pista 550, Thinghvellir,Geysir. Hostel aerea Geysir

3°gg.L.12/8/19: Pista Kjolur, Hveravellir, Hostel area Vermahlid

4°gg.M.13/8/19: Akureyri, Godafoss, Myvatn. Hostel area Myvatn

5°gg.Me.14/8/19: Myvatn, Dettifoss, Kjodaklettar. Hostel area Myvatn

6°gg.G.15/8/19: Myvatn, Pista F88, ASkja e caldera. Hostel Askja Hut

7°gg.V.16/8/19: Pista uscita dal deserto, strada nr.1,Egilstadir. Hostel area Berunes

8°gg.S.17/8/19: Fiordi sud, Vatnajokul, Jokulsarlon, Skaftafell. Hostel area Kirkjabaejarklaustur

9° gg.D.18/8/19: Canyon Fjarorargljufur, Landmannalaugar. Hostel Landmannahellir

10°gg.L.19/8/19: Landmannalaugar escursione giornaliera. Hostel Landmannahellir

11°gg.M.20/8/19: Hekla, Hvolshvollur, A/R Vik e le sue attrattive. Hostel area Hvolshvollur

12°gg.Me.21/8/19: Hveragerdir acque calde, Reykjavik. Pernott. Reykjavik a casa di Bjarni

13°gg.G.22/8/19: Visita Reykjavik sino alle ore 14.30, poi trasferimento Keflavik, volo per Malpensa

Durata: 13 giorni/12 notti         Partenza unica 2019: 10/8  e  7/8       Partecipanti: min 11 max 13

PREZZO IMBATTIBILE - DIRETTAMENTE DALLA GUIDA/PRODUTTORE

 Quota di partecipazione € 3450,oo/persona

 FORMULA VIAGGIO TUTTO COMPRESO - SENZA INTERMEDIAZIONI

 LA QUOTA COMPRENDE:

- Pensione completa: colazione/pranzo/cena,preparata dallo staff al seguito del tour.
- Tutti i pernottamenti in Ostelli, Chalet privati, Rifugi di Montagna.
- 1 Guida Ambientale e cuoco, italiano al seguito del tour.
- 1 Guida/Autista e Meccanico, islandese.
- VOLI da Italia (Malpensa) a Islanda (Keflavik). *soggetta art.8 Condiz. Gen. Contr. Naz. Vendita Pacch. Turistico
- Prenotazione garantita
- Emissione biglietteria aerea
- Tutti i transfert aeroporto Reykjavik A/R.
- Intero tour con SUPER FUORI STRADA BIG FOOT
- CARRELLO GIGANTE a traino chiuso
- Attrezzatura extra per cucina
- Box cambusa e box frigo
- Assicurazione Medico & Bagaglio.
- Kit da viaggio: Borsello porta documenti/cell, scalda collo,
- biro - etichetta valigie - block notes con biro

LA QUOTA COMPRENDE
- Gli alcolici; bibite analcoliche, le mance;
- 1 pranzo ultimo giorno e 1 cena del penultimo giorno a Reykjavik.
- Tasse aeree/aeroportuali (note all'emissione biglietteria),
stimate a Euro 180-240,00.
- Gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

Partenze e stagionalità

L’estate islandese rappresenta la stagione più adatta per la visita completa di queste magiche lande. 

Durata: 13 giorni/12 notti        

Partenza 2019: 10/08  

Partecipanti: min 11 max 13

Clima & ambienti

L’Islanda è vicina al circolo Polare Artico, è bagnata dall’Oceano Atlantico del Nord con le correnti miti di Irminger. Non ha catene montuose elevate, ha il ghiacciaio e il deserto freddo più estesi d’Europa, ha 2000 vulcani di cui 400 attivi, non ha foreste e si sviluppa prevalentemente su un altopiano a 400m slm. E’ una nazione in balia delle perturbazioni con un clima tra i più variabili al Mondo. Perciò chiedersi che tempo farà è sempre un azzardo. La breve estate nordica, resta la principale stagione per fruire al meglio dell’Islanda. Il clima estivo si può paragonare all’ inizio di autunno o prima primavera del Centro-Nord Italia, con sbalzi di temperatura che oscillano dai 8° ai 14° e con punte estreme di temperatura percepita da 2° a 25°. La presenza del vento è quasi una costante e a volte soffia forte. La pioggia è la vera “guastafeste”, ma è da mettersi in conto, viene e va via molto velocemente, quasi sempre in forma di fine pioggerella. L'ambiente è comunque suggestivo con ogni condizione meteo e le variazioni non condizionano il nostro itinerario che con il mezzo che mettiamo a disposizione possiamo affrontare qualsiasi situazione. Raccomandiamo perciò di seguire strettamente i consigli riguardanti soprattutto l’abbigliamento che inviamo ai partecipanti, prima della partenza e per affrontare al meglio il programma. Succede anche che si possono susseguire giorni e giorni di giornate di splendido sole, ma su questo non possiamo garantire, questa è l’Islanda!

Cosa mettere nella valigia

GUIDA ALL’EQUIPAGGIAMENTO DEL TOUR DI 13 GIORNI:  

Biancheria intima:

  • Intimo a propria esigenza;
  • n° 2 magliette a pelle (filo di scozia o tessuti drenanti e/o termici anche a collo alto);
  • n° 2 calze medio/leggere da riposo (cotone spugna);
  • n° 2 calzettoni specifici per l’escursionismo (rinforzi e strati raddoppiati);
  • n° 1 calzamaglia per chi é freddoloso;
  • n° 1 costume da bagno (piscine artificiali o naturali);
  • n° 1 cuffia da piscina, non sempre richiesta;
  • n° 1 pigiama (in pile o cotone).

Capi alti:

  • n° 2 maglia/camicia, a maniche lunghe (cotone, felpatino pile anche a collo alto);
  • n° 1 maglione (di pile é meglio);
  • n°1 gilet (tessuto caldo)
  • n° 1 giacca buona impermeabile NON IMBOTTITA (con membrana traspirante tipo goretex o similari);
  • n° 1 cappellino per il freddo (meglio in pile);
  • n° 1 paio di guanti leggeri (lana o pile);

Capi bassi:

  • n°1 pantalone da viaggio (comodo);
  • n°2 pantaloni adatti all’escursionismo (comodi, elasticizzati é meglio, idrorepellenti, resistenti, funzionali, antivento, NO jeans o cotone (troppo vulnerabili alla pioggia);
  • n°1 soprapantalone impermeabile (con membrana traspirante tipo goretex o similari). 

Calzature:

  • n°1 paio scarpe comode e leggere da viaggio/riposo;
  • n°1 paio scarpe per l’escursionismo/trekking: calzatura alta, meglio se tutta in pelle, robusta, suola con un carrarmato ben pronunciato, impermeabilizzata (con il grasso o per mezzo delle membrane tipo goretex), stringa di scorta, soletta interna estraibile;
  • n°1 paio di ciabattine/sandalini leggere e piatte (per doccia e bagno nelle acque naturali, ma anche per stare in struttura ricettiva);

Pulizia personale:

  • n°1 asciugamano possibilmente in MICROFIBRA grande  o  accappatoio poco voluminoso, per le docce e i bagni;
  • n°1 asciugamano medio + piccolo;
  • kit pulizia personale (spazzolino, sapone, shampoo, crema per le mani, ecc; ecc.);
  • kit farmacia personale (cassetta del pronto soccorso farmaco personale). 

Altro:

  • n°1 sacco a pelo (tipo mezza stagione, meglio in materiale sintetico che in piuma d’oca);
  • n°1 occhiali da sole;
  • n°1 binocolo tascabile;
  • n°1 borraccia o thermos (in metallo é meglio, da litri 1);
  • una luce tascabile per fare luce se ci si alza la notte;

FACOLTATIVO  in base alle proprie abitudini o comodità

  • Macchina fotografica con ricarica batterie (le prese sono simili alle nostre ma la ricarica non è assicurata ogni sera. Gli spinotti elettrici sono identici a quelli nostri in Italia, al massimo un adattatore per le spine tedesche (shuko). Il voltaggio è di 220 volt.
  • bastoncini da trekking telescopici.
  • n°1 ghette leggere (anti pioggia e se possibile che coprano parte delle scarpa).

IL BAGAGLIO  max 20KG:

  • n° 1 borsone grande ad uso container (60/80 litri);  MORBIDO o SEMIMORBIDO, NON VALIGIA RIGIDA!
  • n°1 zaino da escursionismo giornaliero, 25/35 litri dimensioni massime 45 x 60 x 50. Che sarà durante il viaggio aereo il vostro bagaglio a mano e anche lo zaino per le escursioni giornaliere.
Logistiche & alimentazione

VIAGGIARE SENZA PENSIERI

L’Islanda è una piccola isola ma resta una terra difficile da visitare nella sua interezza. L’area perimetrale è sufficientemente strutturata per l’accoglienza turistica, contrariamente ai territori interni, tuttora disabitati e quasi privi di strutture e servizi. La bassa densità della popolazione, le stagioni brevi, gli elevati costi della vita e l’isolamento geografico, rendono l’economia islandese fragile e instabile, rispetto agli standard mondiali. Il nostro primo approccio con questo Paese è stato quello di ‘esploratori’ e ne abbiamo sin dal principio intuito le potenzialità e come pionieri di un turismo itinerante, abbiamo deciso di offrire programmi originali e in parte fuori dalle mete turistiche tradizionali: un vero Overland in terre nordiche. Il nostro obbiettivo è di offrirvi un viaggio senza alcuna preoccupazione, per lasciarvi assaporare appieno, le emozioni e l’appagamento che potremo condividere tutti assieme. In questa formula OVERLAND gli spostamenti sono realizzati con un Super Bus, quattro ruote motrici versione rinforzata, quanto di più "valido" ci si possa immaginare in questa tipologia e rappresenta la modalità più indicata per ammirare paesaggi unici e muoversi su territori poco frequentati e raggiungere luoghi impensabili. E’ un viaggio che privilegia la conoscenza e il rispetto, la fotografia e la contemplazione, ed è condotto con armonia, responsabilità e contagiosa passione. Sarete immersi in una miscela di atmosfere straordinarie che solo l'Islanda dona e che un piccolo gruppo può esaltare. A fine giornata, ci rifocilliamo al caldo della struttura ricettiva e socializziamo, magari con bagni caldi, letture, fotografie oppure scrutando il cielo alla caccia delle aurore boreali.

I PERNOTTAMENTI

Durante il tour fruiremo principalmente di strutture ricettive quali: Alberghi, Ostelli, Guest House, Cottages e Rifugi* nel deserto. Queste strutture presentano stili, volumi e periodi costruttivi differenti, ma in comune hanno la tipica filosofia nordica dell’ospitalità fatta di essenzialità, promiscuità, condivisione, pulizia e ordine. La struttura ricettiva, qualunque sia la tipologia è a disposizione degli ospiti. In alcuni casi saremo solamente noi, come altre volte condivideremo la struttura con altri ospiti. I bagni e le docce sono in comune e divisi per sesso. La cucina attrezzata e la sala pranzo, sono a disposizione degli ospiti. Le camere sono private e riservate ai nostri gruppi. Solitamente sono camere multiple da 2-3-4-5-6 posti Letto, singoli, matrimoniali e a volte a castello. Sono sempre ordinate e pulite, munite di materasso, coprimaterasso e a volte vengono forniti cuscino, lenzuola, piumone o coperta. Obbligatorio comunque di dotarsi di un proprio sacco a pelo semplice e leggero, a complemento del proprio letto. *I nostri programmi prevedono solitamente da 2 a 3 pernottamenti in Rifugi nel deserto, territori interni ed isolati, e perciò ambiti e costosi. Essi si presentano con un comfort più essenziale, ma vi assicuriamo che sono molto graditi e piacevoli. E’ possibile che si disponga di una unica camerata per tutti i partecipanti e che i bagni e le docce siano poste all’esterno del Rifugio, ma l’ambiente che circonda queste costruzioni ripagano del tutto l’eventuale disagio che immaginate. Siam certi che rimarrà un ricordo piacevole dei luoghi raggiunti e dei momenti vissuti intimamente come quelli passati assieme.

La formula di viaggio è itinerante e quasi ogni giorno si cambia località come un vero OVERLAND, intervallato da frequenti escursioni, soprattutto naturalistiche, durante l'arco della giornata. Da quelle più brevi di poche decine di minuti, alle medie di 2/3 ore, sino alla intera giornata. I dislivelli sono contenuti e alla portata di qualsiasi camminatore minimamente allenato, ed il bagaglio per le escursioni è il solito zaino con lo stretto necessario: la macchina fotografica, la giacca a vento, un poco di frutta o cioccolata e la borraccia. Il programma offre comunque sempre delle valide alternative per chiunque desideri non partecipare all’escursione.

L'ALIMENTAZIONE

La cucina è gestita in primis e in tutte le sue funzioni (cambusa, preparazione del cibo, cottura e pulizia dei locali), dalla Guida /Cuoco italiana, che si avvale a sua discrezione, dell’aiuto dell’autista e a turno volontario dei singoli partecipanti. La gastronomia italo–islandese proposta durante questo tour è frutto di metodologia e menù comprovati in molti anni e a gusto medio della nostra utenza tipo. Il nostro obiettivo è di far scoprire l’interpretazione della gastronomia locale riscuotendo consenso e somministrando porzioni proporzionate e piatti vari. La cambusa si rifornisce ogni 3-4 giorni presso supermercati dislocati in punti strategici, con cibi di vario genere, ma principalmente confezionato e super surgelato. Di fresco è possibile rintracciare ben poco: pane, ortaggi, frutta.

Le Cene, sono calde e somministrate all’interno della struttura ricettiva e prevedono un Menù fisso a rotazione giornaliera composto di un primo, un secondo con contorno, dolce e tisane/caffè solubile. Il primo può essere: pasta, riso o risotto, creme, zuppe o minestrone. Il secondo piatto può essere a base di: carne di manzo, maiale o soprattutto la delicata pecora, oppure pesce come merluzzo o salmone o trota o alibut, tonno in scatola, oppure formaggio come edamer o brie o uova . Il contorno solitamente è a base di verdura cotta: zucchine, patate, porri, pomodori, peperoni, oppure fresche insalate tipo iceberg, oppure legumi in scatola o agrodolce.

Le Colazioni sono servite al caldo in struttura e sono di tipo italo-islandese a base di: Caffè, latte, thè, pane tostato, burro, marmellata, cioccolato, biscotti, yogurt, cereali, succo di frutta e frutta .

I Pranzi consumati all’aperto, saranno da asporto e composti a piacimento da ogni singolo partecipante: Ogni mattina, a lato della zona colazione saranno messi a disposizione alimenti salati e dolci alternati giornalmente. Pane, Cracker, Riso freddo o Cus Cus, pasta, insalata, affettati, carne, formaggi, ortaggi, legumi, uova sode, pesce in scatola, pesce in salamoia, dolce e frutta. Ogni partecipante potrà così a piacimento comporre il proprio pranzo da asporto. In caso di maltempo persistente, lo staff provvederà a trovare una soluzione per il pranzo, sino alla possibilità di rintracciare una struttura riparata o al chiuso.

Documenti & moneta

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO NEL PAESE : Passaporto o carta d’identità valida pe l'espatrio:  

Visto d’ingresso: non richiesto. 

Formalità valutarie e doganali: nessuna in particolare. 
Moneta: la Korona Islandese vedere il cambio: https://www.oanda.com/lang/it/currency/converter/ Sono largamente accettate tutte le maggiori carte di credito, soprattutto Visa e Mastercard, con le quali è possibile effettuare prelievi di contante presso gli sportelli automatici. 

IN AEROPORTO ALL’ARRIVO FACCIAMO PRESENTE CHE: Durante il viaggio la cucina può somministrare solo acqua (calda o fredda). All’arrivo in aeroporto di Keflavik, al ritiro bagagli è possibile acquistare bevande alcoliche a buon prezzo, mentre durante il tour è molto più complicato e costoso. 

Sanità & sicurezza

SITUAZIONE SANITARIA Il livello delle strutture sanitarie locali è generalmente molto buono. 

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. 

I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) in Islanda, possono ricevere assistenza sanitaria dal sistema sanitario nazionale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) chiamata in Italia Tessera Sanitaria. La TEAM sostituisce i precedenti modelli

SICUREZZA probabilmente uno dei paesi più sicuri al mondo.

Cellulare & Internet

TELEFONIA: Per chiamare dall’Islanda all’Italia, comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città . Per chiamare l’Islanda dall’Italia, comporre lo 00354 seguito dal numero desiderato. Le città, le aree abitate ed in genere le zone lungo la costa sono ben collegate con la rete telefonica fissa e mobile. Nelle zone più remote e nei pressi dei ghiacciai la rete mobile non è sempre presente. Dal 15 giugno 2017 si potrà viaggiare in Islanda senza paura dei costi del roaming per voce e dati. La zona free estesa.

Il sistema GSM richiede l’utilizzo di un cellulare di recente tecnologia minimo o smartphone.

INTERNET: La rete Internet in Islanda è pressoché disponibile ovunque, con esclusione della zona interna – deserto artico e zone vulcaniche – Molti locali sono dotati di Wi-fi.

Il viaggio in Islanda di 13 giorni è la formula più e stesa e più completa per visitare l'Islanda. Circunnavighiamo tutta l'isola alternando tratti di sterrata e luoghi remoti dell'entroterra e tratti della famosa ring road. Partiamo a nord per lo Sneafelness per poi dirigerci verso Akureri e Askia. Da li riscendiamo verso sud con tutte le incredibili attrattive della sua costa come Jokullsarloon - il mitico lago con gli iceberg e la sua spiaggia di diamanti e Skaftafel e Skogarfoss. Insomma, il viaggio più esteso e completo che offriamo per la vostra avventura islandese.

viaggio in Islanda di 13 giorni con Naturaviaggi
Programma in versione stampabile
versione stampabile

ISLANDA...TERRA DI GENESI

13 gg. IL MASSIMO! CON IL GEOLOGO/NATURALISTA/CUOCO

 acque calde,   geyser,  vulcani,  ghiacciai, aurore boreali,  iceberg,  cascate

DAL 1989 PRODUCIAMO VIAGGI ITINERANTI NATURALISTICI IN ISLANDA

SIAMO STATI I PRIMI E RESTIAMO I LEADER PER QUALITA’/PREZZO: € 3950,oo

 

 

                                                          PROGRAMMA DETTAGLIATO                                                                                                                            

                                                                       

1°gg.S.10/8/19: Malpensa-Keflavik volo , trasporto con taxi aeroporto-Hotel. Hostel area aeroporto                    

Incontro dei partecipanti con la guida italiana in aeroporto Malpensa (Milano) davanti al Check-in della compagnia aerea islandese preposta. Partenza volo 3.40h serale/notturno diretto per l’Islanda con arrivo a Keflavik, l’aeroporto internazionale. Breve trasferimento di 15’ verso la vicina struttura ricettiva per il pernottamento. Siamo a circa 40Km dalla capitale Reykjavik. Subito l’atmosfera sarà coinvolgente e affascinante, lava e muschi a perdita d’occhio tutte attorno a noi. E’ notte fonda e ci sistemazione nella stanza per il breve pernottamento. Nonostante le 2 ore in meno in confronto all’Italia, è notte fonda ma cè ancora luce. Pernottamento e colazione.

 Volo aereo diretto (o indiretto), 3.40h di tempo. 15’ di viaggio 100% su strada asfaltata. BB/HST

 

2°gg.D.11/8/19:Reykjavik, Borganes, pista 550, Thinghvellir,Geysir. Hostel aerea Geysir  

Sistemazione dei bagagli incontro con il nostro super bus e il nostro autista/guida  locale, siamo pronti per il IL TOUR COMPLETO D’ISLANDA. Prima destinazione un breve passaggio della capitale e proseguo per il grande vuoto verso Nord all’abitato di Borganes alle base della penisola di Snaefellsnes. Sosta strategica e si prosegue l’Overland dirigendoci verso la parte continentale. Iniziamo con le cascate con Hraunfossar, e anche i primi affioramenti geotermici in Deildartunguhver . Sosta pranzo. Ci addentriamo verso un primo “assaggio” del noto deserto freddo islandese lambendo con la pista F550 uno dei maggiori ghiacciai d’Islanda, Langjokull, sino al luogo storico per eccellenza dell’Islanda, Thingvellir. Passeggiata all’interno del Canyon che rappresenta una dei due affioramenti a livello planetario, della dorsale medio atlantica. Storicamente è stata sede per secoli, della prima tipologia al mondo di parlamento moderno. Ripartiamo per Geysir per ammirare finalmente l’esplosioni del grande geyser islandese. Se rimane un poco di tempo concludiamo questa ricca giornata con la visita alle cascate di Gulfoss, considerate tra le più spettacolari d’Islanda, altrimenti avremo tempo l’indomani. Ci sistemiamo nell’accogliente e nuova struttura ricettiva di Geysir. Relax, cena, dopo cena e pernottamento.

Previste complessivamente 4-5 ore di trasferimento bus 70% asfaltato e 2-3 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivelli contenuti. FB/HST

 

3°gg.L.12/8/19: Pista Kjolur, Hveravellir, Hostel area Vermahlid         

Sarà il giorno del nostro attraversamento delle terre centrali dell’Islanda. Quest’oggi ci “avventuriamo” per il deserto centrale freddo, il più grande d’Europa e tra due grandi ghiacciai (Langsjokull e Hofsjokull) per la rinomata pista di Kjolur. Dapprima le cascate di Gullfoss, se non le abbiamo ancora viste  poi alcune belle soste che ci permettono di assaporare sempre di più l’effetto dell’isolamento tipico nei grandi spazi. All’ora di pranzo raggiungiamo Hvelavellir. Qui, ci inoltriamo per una gratificante escursione tra siti storici, bolle di lava fredda e crateri provocati dalle bolle di gas magmatico. Possibilità di fare un bagno in acqua calda solfurea. Ripartiamo per questo lungo attraversamento del deserto per raggiungere la civiltà del Nord. Usciamo dai territori centrali e siamo sulle fertili pianure settentrionali per incontrare anche un clima più stabile e raggiungiamo l’area delle fertili pianure. Siamo a Vermahlid sui promontori che originano i grandi fiordi del Nord. Sistemazione in struttura, relax, cena, dopo cena, pernottamento.

Prevediamo totali 5-6 ore di trasferimento, 75% sterrato buono e 2-3 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivelli contenuti. FB/HST

 

4°gg.M.13/8/19: Akureyri, Godafoss, Myvatn. Hostel area Myvatn       

Partiamo per raggiungere e visitare Akureyri, la seconda di islanda, caratteristica città con qualche curiosità, come il suo rinomato orto botanico. Proseguiamo verso la nostra destinazione: il magnifico lago di Myvatn. Prima di arrivare facciamo tappa alle cascate di Godafoss, luogo sacro per la storia delle religiose in Islanda, ma rese celebri anche dal salto in Kajak dell’atleta-team NO LIMITS. Strada facendo possiamo ammirare l’altopiano dei torrenti più pregiati per la pesca al salmone e tutta la potenza dell’area geotermica di Myvatn. In base all’orario e alle condizioni meteo, potremo fare delle interessanti escursioni nella zona: vi sono lande fiabesche con la foresta vulcanica di Dimmuborgir e  creste panoramiche del millenario cratere di Hverjall. La spaccatura vulcanica orizzontale di Grjotagja, dove pozze d’acqua bollente testimoniano una vita vulcanica particolarmente recente e attiva. Nel tardo pomeriggio, trasferimento alla struttura turistica che ci ospiterà per 2 notti. Relax, possibilità di piscina nei paraggi, cena, dopo cena e pernottamento.

Previste 4-5 ore di trasferimento 75% asfalto e 2-3 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello +/-250m. FB/HST

 

5°gg.Me.14/8/19: Myvatn, Dettifoss, Kjodaklettar. Hostel area Myvatn                     

Iniziamo ad essere in feeling con l’Islanda ed onoreremo questa giornata con delle vere e proprie eccellenze naturalistiche. Partiamo per il Nord, iniziando da Bjarnarflagsstod, noto sito di fanghi bollenti e soffioni, una esplosione di colori! Raggiungiamo la vicina area vulcanica di Krafla, che ospita le eruzioni più recenti in Islanda. Ci trasferiamo poi alla cascata di Dettifoss. Un salto eccezionale di ben 45 metri del più grande fiume d’Islanda: il Jokulsa. Un vortice di 500metri cubi d’acqua al secondo per una scena impressionante e unica. Dopo queste grandi emozioni e dopo la sosta pranzo ripartiamo per Hljóðaklettar, il parco degli echi e delle sculture enigmatiche di basalto. Si ha difficoltà ad immaginare quale forza possa aver modificato l’assetto geologico di questo immenso canyon. Prosegue la nostra super giornata alla volta del caratteristico paese di Husavik, che ha convertito buona parte della sua economia della pesca al turismo. Nel tardo pomeriggio arriviamo in struttura area Myvatn, per un meritato riposo e magari se cè del tempo, anche un bel bagno in piscina. Cena e pernottamento.

Previste 5-6 ore di trasferimento 90% asfalto e 3-4 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello +/-100m complessivi. FB/HST

 

6°gg.G.15/8/19: Myvatn, Pista F88, ASkja e caldera. Hostel Askja Hut             

Partiamo per lasciare dietro di noi il clima umido delle aree lacustre per inoltrarci al centro desertico dell’Islanda che offre un clima più secco e meno pungente. Ci addentriamo per una “due giorni” di isolamento assoluto, vivremo un’esperienza “extraterrestre”. Direzione Sud, verso la terre che la NASA ha definito più prossime alla Luna e ora anche Marte,  tenendo come punto di riferimento, il vulcano perfetto: l’Herdoubreid. Un crescendo di lava e pomice, canyon di basalto e dune di sabbia, sculture laviche e cieli immensi, guadi e il grande fiume Jokulsa ci accompagnano sino alla base dell’Askja. Sosta pranzo al Rifugio Askja e partenza per una grandiosa escursione al centro della caldera e sino alle tiepide acque del vulcano spento Viti. L’ambiente che ci ospita ricorda una vera esplorazione, siamo su una piana lavica di 45 km quadrati e completamente circondati da una cresta di montagne di lava e riolite. Spaventosi cataclismi susseguitisi nel passato hanno decretato questa area ‘off-limits’. Potremo realizzare varie escursioni di vario livello, il Luna Park caldera è a nostra disposizione. Nel tardo pomeriggio rientro al Rifugio. Relax, cena, dopo cena e pernottamento.

Previste 3-4 ore di trasferimento 100% sterrato e 3-4 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello +/-300m complessivi. Rifugio con camerate multiple private, bagni e docce in comune e all’esterno del Rifugio. FB/RIF

 

7°gg.V.16/8/19: Pista uscita dal deserto, strada nr.1,Egilstadir. Hostel area Berunes          

Ci lasciamo alle spalle impressionanti bastioni della caldera Askja per inoltrarci ancora di più verso il centro dell’Islanda con destinazione i panorami del grande ghiacciaio d’Europa, il Vatnajokull. Direzione Sud, verso il grande deserto, verso la terra di Marte, con il vulcano ‘perfetto’ l’Herdoubreid, che continua a farci da sentinella. Una pista sempre più impegnativa ma esaltante, dove tormente e forti escursioni termiche, ghiacciai ed esondazioni del potente fiume Jokulsa, han plasmato queste lande in ogni loro parte. Lo spettacolo è grandioso e ci sentiamo come protagonisti di un documentario naturalistico, raggiungiamo punti panoramici dove potremo avvistare vulcani, canyon, ghiacciai, montagne, deserto…..terra viva e attiva, questa giornata rimarrà a lungo nella nostra memoria. Sosta pranzo in mezzo al deserto. Nel primo pomeriggio sempre con il nostro super bus 4WD, lambiamo nuovamente le gelide acque del grande fiume Jokulsa, questa volta in direzione opposta per la costa dei grandi fiordi dell’est. Fiumi, laghi, muraglie di basalto, dune di sabbia scurissima, depositi di pomice, piante pioniere che ci circondano a perdita d’occhio. Si avvisano precisi segnali che stiamo abbandonando l’isolamento che tanto ci ha affascinato. Una zona che purtroppo andrà lentamente a sparire per la sua vulnerabilità e per far spazio a invasivi progetti  idroelettrici. Triste destino analogo a molti altri paradisi naturalistici che devono soccombere a meri interessi economici. Ci concediamo diverse soste per contemplare il paesaggio di un altro pianeta e ci doniamo anche una piacevole passeggiata in solitudine. I primi gabbiani che si affacciano timidamente sul nostro tragitto, ci preannunciano che stiamo uscendo dal deserto e presto ci accoglierà la tiepida costa atlantica. Raggiungiamo la importante cittadina di Egilstadir per il necessario rifornimento cambusa e nel tardo pomeriggio siamo fronte mare nella deliziosa struttura ricettiva. Sistemazione in camere. Relax, cena, dopo cena e pernottamento.

Previste 5 ore di trasferimento 70% sterrato e 2-3 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello assente. FB/HST

 

8°gg.S.17/8/19: Fiordi sud, Vatnajokul, Jokulsarlon, Skaftafell. Hostel area Kirkjabaejarklaustur           

 Partiamo alla volta del magnifico Sud, attraversando inizialmente gli altopiani dell’Est per poi costeggiare i fiordi meridionali. Attraversiamo aree lacustre al cospetto di alte falesie laviche, vedremo fattorie e piccoli industriosi abitati, attività di agricoltura e di pesca che si intervallano nella economia locale. La strada principale la “ring Road” è veloce e silenziosa. Faremo diverse soste paesaggistiche e dopo pranzo raggiungiamo la struttura ricettiva che ci ospiterà. Sistemati i bagagli ripartiamo alla volta della attrattiva naturalistica principale della giornata, un sito unico nel suo genere in Islanda, in Europa e…nel Mondo. Jokulsarlon, la laguna degli iceberg. Lo spettacolo che si offre al visitatore è surreale. Una laguna generata da una delle numerose lingue glaciali del Ghiacciaio Vatnajokull, il più esteso d’ Europa, si collega al mare, creando immensi e striati iceberg che galleggiano tranquillamente davanti ai nostri occhi. Forme e dimensioni di ogni genere e trasparenze cristalline creano una scenografia che ci emozionerà e che non dimenticheremo facilmente. L’avifauna è particolarmente attiva, le foche fanno capolino e tutto è semplicemente spettacolare. Possibilità di navigazione tra gli iceberg o di piacevoli escursioni sulle sabbie nere tra gli iceberg arenati. Rientriamo in struttura per un meritato riposo, cena e pernottamento.

Previste complessivamente 4-5 ore di trasferimento 90% asfalto e 2-3 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello assente.FB/HST

 

9° gg.D.18/8/19: Canyon Fjarorargljufur, Landmannalaugar. Hostel Landmannahellir

Partiamo alla volta del più antico Parco Nazionale, quello di Skaftafell. Ulteriore spettacolo con enormi lingue di ghiaccio che lambiscono il bosco, altopiani ricolmi di flora subartica e soprattutto la cascata “perfetta” a canne d’organo di basalto, Svartifoss. Completeranno la visita la casa del con i suoi video tematici e pannelli didattici. Proseguendo raggiungiamo kirkjubaejarklaustur per rifornimenti cambusa e il vicino Canyon di Fjarorargljufur inusuale per le alti pareti lisce. Dopo queste ‘chicche’ ci dirigiamo su per la rinomata pista F208 verso l’interno per affrontare una delle giornate più interessanti del tour. Raggiungiamo i territori più fotografati d’Islanda, Landmannalaugar è la zona geotermica più vasta d’Islanda che come pochi altri luoghi sulla Terra, incanta per il suo paesaggi colorati e inverosimile. Morfologie plasmate dai ghiacciai, affioramenti colorati dai minerali, nevai perenni, bocche fumanti e sorgenti bollenti animano queste lande spettacolari. Soste fotografiche e pranzo si inframezzano a delle piacevoli passeggiate per raggiungere scenografici belvederi. Davanti a noi le terre della riserva naturale di Fjallabak. Raggiungiamo nel tardo pomeriggio la località di Landmannahellir per la sistemazione in Rifugio privato. Cena, e pernottamento.

Previste complessivamente 3-4 ore di trasferimento 30% asfaltato e 3-4 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello +/- 200m. Rifugio con camerate multiple private possibilmente, bagni e docce in comune e all’esterno del Rifugio. FB/RIF

 

10°gg.L.19/8/19: Landmannalaugar escursione giornaliera. Hostel Landmannahellir             

Oggi sarà una delle giornate più memorabile del nostro tour, un’escursione giornaliera spettacolare che segue il tracciato di uno dei trekking più belli al mondo (fonte National Geographic). E’ difficile immaginare quello che ci aspetta, anche se il giorno prima abbiamo già avuto un “assaggio”, oggi sarà l’incanto a dominare. Grotte di ghiaccio, piane laviche, torrenti fumanti, colline di rioliti coloratissime, deserti di ossidiana, bordature di muschi fluorescenti si susseguono in continuazione e rendono questa escursione giornaliera veramente unica. Soste fotografiche e per pranzare liberamente, non cè altro che natura primordiale attorno a noi. Siamo spettatori attivi di scenografie colorate e potenti, attorno a noi l’aria a tratti è colma dei vapori sulfurei e i tracciati dei sentieri ci fanno calpestare le terra della genesi. Rientrando alle pianure alluvionali di Landmannalaugar, pomeriggio dopo aver camminato nel paradiso della geologia, saremo giusto in tempo per un meritato bagno caldo in acque dolci, non sulfuree e assolutamente ritempranti. Ci trasferiamo al Rifugio in area Landmannahellir, coccolati da meravigliose sensazioni, rilassati dal bagno caldo, per il meritatissimo riposo. Relax, cena, dopo cena e pernottamento.

Trasferimento di 45’ pista 100% sterrato. Cammino 4-5 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite nell’arco della giornata, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello +/-450m. Rifugio con camerate multiple private possibilmente, bagni e docce in comune e all’esterno del Rifugio. FB/RIF

 

11°gg.M.20/8/19: Hekla, Hvolshvollur, A/R Vik e le sue attrattive. Hostel area Hvolshvollur

Lasciamo questa meravigliosa regione per la pista che ci condurrà verso la costa Sud. Pian piano ci districhiamo nella “foresta” lavica dello spettrale e temuto vulcano del HEKLA. Il paesaggio che ci circonda è grandioso e profondo, dolce e violento, forte e delicato. E’ l’Islanda vuota e piena, è il freddo e il caldo, è il territorio dove la mente si perde e si ritrova. Avremo delle magnifiche sensazioni di silenzio e pace, un intimo invito all’introspezione. Proseguiamo verso sud/est sino a Hvolsvollur, per la sistemazione dei bagagli nella struttura ricettiva, e poi via verso la città più a sud dell’Islanda: Vik. Qui le attrattive sono molteplici e tutte imperdibili. Il promontorio con l’immenso arco naturale di Reynishverfi dalla cui sommità si gode di un panorama spettacolare e l’incontro con le ‘Pulcinelle di Mare’. Vedremo Dyrholaey con la sua caverna di basalto e i faraglioni, che esaltano lo spettacolo dell’oceano nero dell’Atlantico. Infine le molteplici spiagge scure che ospitano la nostra passeggiata “sonora”. Saremo già ben appagati dalle meraviglie che finora ci sono state elargite ma avremo ancora una inimmaginabile sorpresa: la vista delle cascate Skogafoss e Selialandfoss che si può percorrere nel sentiero dietro il salto Arriveremo nel tardo pomeriggio, momento di luce ideale per immortalare le cascate con le nostre macchine fotografiche e portare con noi queste suggestive e colorate immagini.  Raggiungiamo finalmente la struttura che ci ospita, a vista davanti a noi l’arcipelago delle Westmannaeyjar. Relax, cena e pernottamento.

Previste 4 ore di trasferimento 50% sterrato e 4 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello assente. FB/HST

 

12°gg.Me.21/8/19: Hveragerdir acque calde, Reykjavik. Pernott. Reykjavik a casa di Bjarni                 

Sveglia e colazione. Ci prepariamo per l’ultima giornata “on the road” dell’OVERLAND ISLANDA, dalla costa sud in direzione della capitale passando dalle colorate e calde terre della costa SU-OVEST. Ci attende una magnifica escursione nel parco geotermico di Hveraverdir, tra sifoni di vapori, acque calde, terre colorate e un bagno che ci ripagherà in ogni senso.  Riprendiamo la via per la capitale dove arriveremo nel pomeriggio, momento di luce ideale per immortalarla sino alle prime luci notturne.  Vedremo le fattorie costruite vicino alla costa per ospitare attività di agricoltura e pesca. La strada principale la “ring Road” è veloce e silenziosa e nel tardo pomeriggio saremo in capitale. In struttura, ci sistemiamo nelle numerose stanze messe a disposizione e, dopo un poco di relax saremo pronti per una cena (libera) caratteristica in centro di Reykjavik per festeggiare la nostra vacanza con una Cena (libera) tutti assieme. Rientro e pernottamento.

Previsto 3-4 ore di trasferimento stradale 100% sterrato e cammino 2-3 ore complessive di escursioni facili/medie, distribuite tra le varie visite, su terreno roccioso ed erboso, con dislivello +/-250m. HB

 

13°gg.G.22/8/19: Visita Reykjavik sino alle ore 14.30, poi trasferimento Keflavik, volo per Malpensa              

Preparazione del bagaglio per il rientro in Italia. Ci prepariamo ad affrontare l’ultimo giorno in Islanda che prevede la possibilità di “spendere” tutta la mattina in Reykjavik in piena libertà. Vi sono diverse alternative da scegliere, per esempio: di fare la Navigazione avvistamento balene, una visita ai rinomati musei, una bella passeggiata nel centro per l’ultimo shopping, organizzarsi un transfert alle terme di Blue Lagoon che sono sulla via dell’aeroporto, ecc. ecc. Incontro ad orario e luogo prefissato dopo pranzo (libero) per il trasferimento all’aeroporto. Il volo pomeridiano che ci permetterà di raggiungere l’Italia in notturna. Atterrati e ancora frastornati per quanto ci ha offerto la meravigliosa natura dell’Islanda, ci saluteremo per magari ritrovarci in altri grandi viaggi. B&B

Previsto 1ora di trasferimento 100% asfalto e cammino 2 ore in città, volo 3.40h.

 
 Nota importante: Il programma, in considerazione della sua ambientazione naturalistica e della logistica complessa, può essere soggetto a dei cambiamenti in corso di svolgimento indipendenti dalla nostra volontà ma necessari per garantirne sicurezza e continuità. Tutti i dati e le misure, riportati sul programma dettagliato, sono da considerarsi effettivi e aggiornati all’edizione precedente
Tour Islanda 13 giorni ultima modifica: 2017-12-08T17:09:11+00:00 da admin